Cartelle equitalia non pagabile per tossicodipendenza

Il problema è il seguente: mio fratello ha diverse cartelle Equitalia da pagare, non conosco l'ammontare, Sono tutte state rateizzate. Il problema è che non riesce a pagarle in quanto tossicodipendente. Lavora come commerciante in proprio, quindi non ha stipendio fisso.

Lui è proprietario di un'auto e di una quota di immobile nel quale risiede con mia mamma e di un'altra quota di immobile nel quale non risiede nessuno. Ultimamente ha deciso di andare presso una comunità di recupero e ovviamente non potrà pagar alcuna rata.

Nella peggiore delle ipotesi come potrebbero andare le cose?

Esistono delle normative che tutelino categorie come tossicodipendenti?

Eventualmente equitalia potrebbe rifarsi sui fratelli o su mia mamma?

Non sono previste, attualmente, misure particolari a favore della categoria di soggetti affetti da tossicodipendenza, in relazione ai debiti iscritti a ruolo per la cui riscossione agisce Equitalia.

I rischi che corre suo fratello sono quelli classici: fermo amministrativo sull'autovettura e ipoteca sulla quota di immobile di cui egli risulta proprietario: quest'ultima ipotesi, una volta che il debito iscritto a ruolo abbia superato i 20 mila euro.

30 dicembre 2014 · Paolo Rastelli

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?