Cartella esattoriale per debiti contributivi e definizione agevolata – Conviene provarci lo stesso anche se sono quasi sicuro che non riuscirò a pagare le cinque rate?

Ho chiuso la mia attività nel 2003, per mancanza di reddito non ho potuto proseguire la dilazione dei debiti con inps ed ho ricevuto intimazione pagamento (10 mila euro).

Recatomi ad ufficio Equitalia mi hanno fatto compilare rottamazione (a maggio dovrebbero arrivare i conteggi). Ora con solo mia moglie che lavora (contratto collaboratrice domestica 6 ore giorno) il mutuo e tre figli in età scolastica, so già che non riuscirò a far fronte alle 5 rate che mi hanno prospettato.

Cosa posso fare per avere un importo che posso realmente pagare?

In Equitalia mi hanno detto di non iniziare i pagamenti se si prevede di non riuscire a completarli secondo il piano proposto.

L’alternativa è quella di rinunciare alla definizione agevolata del debito (rateazione con 5 scadenze in diciotto mesi) già richiesta accollandosi anche le sanzioni civili e gli interessi di mora e chiedendo ad Equitalia la dilazione ordinaria del debito in 72 rate.

Certamente si pagherà complessivamente di più, ma con il vantaggio di ottenere delle rate mensili sostenibili rispetto alle proprie entrate reddituali ed agli impegni di spesa familiari già assunti.

Infatti, una volta avviata la procedura di pagamento secondo il piano di rateazione associato alla definizione agevolata dei debiti previdenziali iscritti a ruolo (cartelle esattoriali consegnate al concessionario per la riscossione entro il 31 dicembre 2016) e decaduta l’agevolazione per il mancato (o ritardato) pagamento di anche una sola delle rate previste, non sarà più possibile accedere al beneficio della dilazione ed occorrerà versare l’importo a debito in un’unica soluzione.

6 Marzo 2017 · Paolo Rastelli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Spese fermo amministrativo che non so se riuscirò a pagare
Ho avuto un fermo amministrativo a seguito incidente per colpa, fermo amministrativo di 3 mesi. La mia macchina è incidentata e da rottamare in quanto la spesa per la riparazione supera di gran lunga il valore (auto di 17 anni). E' stata messa in custodia in un deposito. scaduti i 3 mesi dovrò pagare il carro attrezzi e appunto la custodia, che mi verrà a costare parecchio, ed essendo disoccupato, e avendo già pagato una multa salata precedentemente, non so se riuscirò a pagare queste spese (ovviamente farò di tutto per saldare il debito visto che la colpa è mia) ...

Intimazione di pagamento cartella esattoriale per cui c'è stata adesione alla definizione agevolata ter
Ho ricevuto stamattina un'intimazione di pagamento dall'Agenzia Entrate-Riscossione relativa ad una cartella esattoriale per la quale ho chiesto ed ottenuto la Definizione Agevolata, tant'è che ho già regolarmente pagato la prima rata del 31 Luglio. Anche in area riservata questa cartella figura come "saldata" essendo entrata nel sistema della Rottamazione Ter. L'avviso di pagamento è stato stampato ad una data antecedente la rottamazione, ed è arrivato solo adesso. Come devo comportarmi, posso ignorarla? ...

Prorogata al 31 luglio 2019 la possibilità di definizione agevolata a saldo stralcio dei debiti esattoriali - Ma sono residente all'estero
Ho un debito con l'agenzia delle entrate di circa 100 mila euro tolte le sanzioni e gli interessi: Vorrei aderire al saldo a stralcio ma la mia residenza non è più In Italia. Posso aderire comunque? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Cartella esattoriale per debiti contributivi e definizione agevolata – Conviene provarci lo stesso anche se sono quasi sicuro che non riuscirò a pagare le cinque rate?