Cartella esattoriale notificata a mezzo posta presso il domicilio eletto

Io ho ricevuto alcuni giorni fa una cartella a mezzo posta, avente origine da una multa del 2011, recapitata sempre a mezzo posta. I termini sono tutti rispettati, ma c'è questo problema: anziché riceverla presso la mia residenza vecchia dichiarata al Comune e anche alle Poste nel modulo compilativo per il conto corrente, l'ho ricevuta presso il domicilio eletto.

Preciso che sono stata io stessa a compilarlo e modificarlo (il domicilio eletto) nel contratto di Poste Italiane relativo al Banco Posta, facendo quindi un variazione, ma lasciando invariata la residenza. Ora ho riletto tutto il fascicolo informativo, ma non capisco perché all'epoca la multa mi fu notificata al domicilio eletto e non alla residenza!

Poste Italiane ha sottoscritto convenzioni con moltissimi Comuni per la notifica via posta dei verbali di multa e con Equitalia per quella relativa alle cartelle esattoriali.

Quando Poste Italiane deve recapitare un atto, entrano in gioco le stesse procedure automatizzate che consentono la consegna al destinatario presso il domicilio eventualmente eletto e segnalato in occasione della stipula di un contratto di conto corrente per le comunicazioni ad esso inerenti.

In pratica, Poste Italiane si comporta, in ogni caso, come se fosse stato richiesto dal destinatario il servizio "seguimi".

18 novembre 2014 · Annapaola Ferri

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Cartella esattoriale di equitalia notificata a mezzo posta » L'Anagrafe Tributaria non prova il recapito
La prova della notifica, a mezzo posta, di una cartella esattoriale di Equitalia, non può pervenire dall'Anagrafe Tributaria. Gli atti tributari devono essere comunicati al contribuente nelle forme della notifica degli atti giudiziari. Di conseguenza, nel caso di notifica a mezzo posta, la prova dell'effettiva ricezione dell'atto è data dall'avviso ...
Notifica diretta a mezzo posta della cartella esattoriale » per la CTP di Roma è nulla
La Commissione tributaria provinciale di Roma si è pronunciata in favore del contribuente, annullando la cartella di pagamento notificata a mezzo posta direttamente dall'Agente della riscossione (Commissionte tributaria provinciale di Roma, sentenza del 13 giugno 2013, numero 247 Si tratta di una questione tuttora aperta, su cui si sta affermando ...
Notifica della cartella esattoriale nelle mani del destinatario - legittima anche se effettuata in luogo diverso dal domicilio o dalla residenza
La notifica nelle mani del destinatario, anche se effettuata in luogo diverso da quello in cui lo stesso destinatario ha la normale residenza o il domicilio, è perfettamente valida, per avere raggiunto lo scopo di portare a conoscenza del soggetto l'atto notificato. Infatti il riferimento ai criteri della residenza, domicilio, ...
Immobile gravato da mutuo - Il domicilio del debitore indicato nel contratto è valido per la notifica di atti esecutivi
Il creditore può legittimamente notificare gli  atti esecutivi riguardanti l'immobile gravato da mutuo fondiario al domicilio eletto dal debitore al momento della stipula del contratto. Questo l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con la sentenza numero 14813 del 4 settembre 2012. La debitrice esecutata aveva proposto opposizione agli atti esecutivi ex articolo ...
Legittima la notifica della cartella esattoriale effettuata presso la residenza del debitore e non al domicilio fiscale trattandosi di procedura più garantista per il contribuente
La disciplina delle notifica degli atti tributari (compresa la cartella esattoriale originata da mancato o insufficiente pagamento dei tributi) si fonda sul criterio del domicilio fiscale al quale, tuttavia, è connesso l'onere preventivo del contribuente di indicare all'Ufficio tributario il proprio domicilio fiscale e di tenere detto ufficio costantemente informato ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca