Cartella esattoriale Equitalia coobbligati figli non eredi

A seguito di un'eredità da circa 30 anni risultavo nudo proprietario di un terreno, così com i miei 2 fratelli per altri due diversi terreni, e mia madre invece, risultava usufruttaria del mio terreno, così come di quelli dei mie fratelli.

Mia madre è defunta nel 2010, pertanto nello stesso anno, ogni fratello ha provveduto al ricongiungimento dell'usufrutto, divenendo proprietari a tutti gli effetti.

Da quella data ogni fratello, per il singolo fondo di proprietà, ha provveduto a pagare regolarmente l'ICI di competenza.

Abbiamo scoperto che, in passato, per detti terreni mia madre aveva pagato l'ICI solo in parte, tanto è vero che abbiamo trovato diverse cartelle esattoriali da parte del Comune con richiesta di integrazioni, mai pagate da mia madre.

Poco tempo fa è pervenuta ad ognuno dei fratelli, me compreso, una cartella esattoriale di EQUITALIA in qualità di "coobligati", (tra l'altro riportando anche il nome di mia madre) con la quale veniva richiesta a tutti la somma che il Comune vantava da mia madre, oltre more ed interessi, per ICI non pagata.
Evidenziando che tra l'altro la nuda proprietà di ogni fratello non era stata ereditata da mia madre ma da altro parente, premetto che ad oggi, (anche perchè non abbiamo ancora contezza se arriveranno o meno altre cartelle esattoriali) abbiamo preferito NON effettuare alcuna successione in qualità di eredi. Anche perchè tale successione, in sostanza, consisterebbe in una somma depositata su un conto corrente, che ad oggi pertano resta ancora immobilizzata
Vorrei chiedere: non avendo fatto successione sono obbligato a pagare la cartella di Equtialia solo perché la stessa Equitalia, individuandomi come erede mi ha chiamato in causa come coobbligato?

Devo fare una raccomandata ad Equitalia, e/o Agenzia Entrate e/o Comune, oppure necessita fare formale istanza di ricorso od altro????

Può Equitalia , se non pago, pignorare i miei beni oppure andrà a rivalersi sul conto corrente di mia madre de cuius?

Se i debiti di mia madre per ICI non pagata dovessero superare l'importo sul conto corrente, Equitalia potrebbe rivalersi verso noi figli, ed in tal caso magari puo rivalersi verso uno soltanto dei tre, individuandolo a caso?

Ribadisco che pur essendo figli, ad oggi non avendo ancora toccato il conto corrente, non abbiamo ancora ereditato nulla.

Se non c'è stata accettazione tacita o espressa dell'eredità, come sembra di capire sia nel caso in esame, Equitalia non può pretendere, dai chiamati all'eredità, gli importi ICI, omessi o insufficientemente versati dal de cuius.

Del resto Equitalia doveva necessariamente notificare la pretesa ai chiamati all'eredità, per metterli in condizione di valutare se accettare, rinunciare o accettare con beneficio d'inventario.

Scelte che i chiamati saranno presto costretti ad operare per evitare una "actio interrogatoria", non potendo il creditore restare indefinitivamente sospeso per dare avvio alle azioni esecutive.

La cosa da fare subito, a mio parere, è quella di recarsi negli uffici del concessionario per i servizi della riscossione, che ha notificato la cartella esattoriale, e presentare un'istanza in autotutela illustrando la situazione attuale.

23 aprile 2012 · Michelozzo Marra

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

cartella esattoriale
cartelle esattoriali Equitalia o ADER
mediazione e ricorso cartella esattoriale
opposizione a cartella esattoriale

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Miserie umane ed eredità - spese del funerale e crediti alimentari
Padre, madre e fratelli coltelli. Muoiono i genitori, uno dei fratelli paga i funerali, poi si rivolge al tribunale per ottenere dall'altro la metà delle spese sostenute. Secondo il ricorrente, infatti, è pacifico che le spese funerarie siano da ricomprendersi fra i pesi ereditari e, pertanto, il coerede che le ...
Equitalia » No al pignoramento del conto intestato al defunto o ai suoi eredi
Equitalia non può procedere al pignoramento della quota del conto corrente bancario del debitore sottoposto ad esecuzione nel caso in cui la massa ereditaria sia comprensiva di altri beni. In tema di espropriazione dei beni caduti in successione, l'agente delle riscossioni non può pignorare la quota del conto corrente bancario ...
Debiti del defunto - giudice competente per chiedere un decreto ingiuntivo nei confronti degli eredi
E' competente esclusivamente il giudice del luogo dove viene aperta la successione per le cause relative a debiti del defunto, purché proposte prima della divisione e in ogni caso entro un biennio dall'apertura della successione. La norma (articolo 22 del codice di procedura civile) nel prevedere la competenza del giudice ...
Conto corrente cointestato a firma disgiunta e morte di uno dei cointestatari
In caso di morte di uno dei cointestatari di un conto corrente con operatività disgiunta, il diritto dell'altro cointestatario di ottenere dalla banca la liquidazione dell'intero saldo attivo del conto è subordinato alla presentazione da parte degli eredi, ai sensi della normativa fiscale, della denuncia di successione. Questa infatti costituisce ...
Conto corrente cointestato » La comproprietà è presunta
Se il conto corrente è cointestato si presume, per legge, la comproprietà delle somme ivi depositate. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione la quale, con la pronuncia 18504/13, ha sancito che: L'articolo 1298 del codice civile stabilisce una presunzione di solidarietà attiva dei cointestatari del conto corrente bancario, salvo ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca