Cartella esattoriale contributi 2003

Mia moglie ha ricevuto una carella esattoriale per dei contributi del 2003 (codice tributi 8094 Contributi IVS fissi/percentuale sul minimale COMPETENZA ANNO 2003). Sul sito di equitalia ho trovato data di notifica il 30/09/2005, vorrei sapere come dobbiamo muoverci, online ho visto che i contributi dovrebbero essere prescritti ma non sono un esperto in materia e l'agenzia delle entrate ci rimanda all'INPS che ci rimanda a equitalia.

Domani scade il termine di pagamento di 5 giorni indicato sulla cartella esattoriale e non so se chiedere la rateizzazione sia considerata come "ammissione di colpa" e mi precluda la possibilità di non pagare per dei contributi prescritti.

In genere, una volta chiesta la rateazione di una cartella esattoriale e pagata anche una sola rata, non è possibile eccepire la decadenza del diritto della Pubblica Amministrazione di procedere alla riscossione delle somme iscritte a ruolo.

I debiti contributivi fanno eccezione a questa regola (così come è stato sancito dalla Corte di cassazione nella sentenza 3489/15). Infatti, nella materia previdenziale, a differenza che in quella civile, il regime della prescrizione già maturata è sottratto alla disponibilità delle parti, sicché deve escludersi l'esistenza di un diritto soggettivo degli assicurati a versare contributi previdenziali prescritti.

Detto principio vale per ogni forma di assicurazione obbligatoria: ne consegue che, a differenza di quanto previsto dal diritto delle obbligazioni in generale (ove il pagamento del debito prescritto non comporta un diritto alla restituzione), il pagamento dei contributi prescritti, non potendo neppure essere accettato dall'INPS, comporta che l'autore del pagamento ben può chiederne la restituzione.

Prima di eccepire la prescrizione quinquennale per i contributi relativi al 2005, bisognerebbe accedere agli atti presso l'INPS ed acquisire la documentazione relativa alla notifica di eventuali atti interruttivi della prescrizione stessa, che possono essere stati posti in essere dall'Istituto previdenziale ed a lei non noti perché, ad esempio, notificati per compiuta giacenza.

30 giugno 2015 · Annapaola Ferri

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

contributi inps
prescrizione contributi inps

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Cartella esattoriale con vizio formale » Inps può recuperare comunque i crediti
l'Inps ha il diritto di recuperare i tributi non pagati dal contribuente anche se la cartella esattoriale è affetta da un vizio formale. Infatti, un eventuale vizio formale della cartella o il mancato rispetto del termine decadenziale previsto ai fini dell'iscrizione a ruolo comporta soltanto l'impossibilità, per l'istituto, di avvalersi ...
Contributi previdenziali - Il pagamento del debito prescritto comporta il diritto alla restituzione
Nella materia previdenziale, a differenza che in quella civile, il regime della prescrizione già maturata è sottratto alla disponibilità delle parti, sicché deve escludersi l'esistenza di un diritto soggettivo degli assicurati a versare contributi previdenziali prescritti. Detto principio vale per ogni forma di assicurazione obbligatoria: ne consegue che, a differenza ...
La prescrizione della cartella esattoriale resta triennale per la tassa automobilistica e quinquennale per i tributi locali e i contributi previdenziali
I contributi o premi dovuti agli enti pubblici previdenziali non versati dal debitore sono iscritti in ruoli resi esecutivi, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre dell'anno successivo al termine fissato per il versamento. In caso di denuncia o comunicazione tardiva o di riconoscimento del debito, tale termine decorre ...
Prescrizione per i contributi INPS dovuti e non versati
La prescrizione è un evento estintivo del diritto di versare/recuperare i contributi, legato al decorso di un periodo di tempo determinato dalla legge. Entro il termine di prescrizione i contributi non versati possono essere validamente: pagati con regolarizzazione da parte del datore di lavoro (lavoro dipendente), o del lavoratore stesso ...
Cartella esattoriale - spese di notifica, aggio di riscossione, interessi di mora
Per alcuni enti creditori la legge ha introdotto nuovi atti che sostituiscono la cartella esattoriale: l'avviso di addebito dell'Inps, che dal 1° gennaio 2011 ha preso il posto della cartella di pagamento per i crediti di natura previdenziale; l'accertamento esecutivo, che dal 1° ottobre 2011 ha sostituito in parte la ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca