Cancellazione protesti - se ricorressi all'Autorità giudiziaria?

In riferimento al precedente quesito, chiederei di sapere se, in un ricorso da effettuare all'Autorità Giudiziaria, l'errore di presentazione del titolo all'incasso da parte del beneficiario dell'assegno potrebbe costituire una motivazione valida affinchè venga accolta la mia domanda di cancellazione al RIP.

Potrebbe ricorrere al giudice solo per ottenere un risarcimento danni dal fornitore distratto, ammesso che si riuscisse a dimostrare l'esistenza di un accordo vincolante, non rispettato, per la distruzione dell'assegno erroneamente staccato dal carnet associato al conto corrente personale.

La procedura di protesto è stata, infatti, ineccepibile, dal momento che per l'incasso è stato presentato un titolo non contraffatto (e nemmeno revocato) per un importo non disponibile in conto corrente. E non c'è stato il pagamento tardivo dell'assegno protestato, il che preclude la strada dell'istanza di riabilitazione al Tribunale, esperibile dopo un anno dalla levata del protesto.

Ad ogni modo, le probabilità di successo dell'azione giudiziale, anche mettendo in conto la disponibilità del fornitore ad immolarsi, sarebbero scarse: infatti, contestualmente all'accordo intervenuto fra il fornitore e l'effettivo debitore e prima dell'incasso, poteva essere pretesa la restituzione dell'assegno ancora in circolazione staccato dal carnet personale.

Inoltre, l'assegno protestato risulterebbe, da quanto esposto, presentato allo sportello per l'incasso ben oltre la scadenza dei termini di legge: quindi, il traente avrebbe ben potuto disporne la revoca del pagamento, sottraendo l'assegno scoperto sia alla segnalazione in CAI che alla procedura di protesto.

1 settembre 2016 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

assegno protestato
cancellazione protesto assegni
riabilitazione protestati

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Guida alla cancellazione dei protesti
nel caso in cui entro il termine di 12 mesi dalla levata del protesto il debitore esegua il pagamento della cambiale o del vaglia cambiario (pagherò ) comprensiva degli interessi e delle spese maturate (che potrebbero comprendere quelle delle eventuali azioni esecutive messe in atto dal creditore, precetto e pignoramento); nel ...
Mantenimento e aggiornamento ISTAT
L'aggiornamento ISTAT è automatico sia per l'assegno di mantenimento in sede di separazione sia per l'assegno divorzile L'articolo 5, comma 7, della Legge numero 898/70 prevede che il giudice, nell'ambito di un procedimento di divorzio, nel fissare la misura dell'assegno di mantenimento relativo ai figli, deve determinare anche un criterio ...
Assegno » La Banca può rifiutarsi di cambiarlo se non siete correntisti?
Una banca non può rifiutarsi di cambiare un assegno bancario a vista solo perché il beneficiario è sprovvisto di conto corrente presso l'istituto di credito. La normativa vigente, regolarizzata dall'articolo 31 del Regio Decreto 1736/1933, chiarisce che ogni assegno bancario è pagabile a vista. Ma, sebbene la legge disponga ciò, ...
Cancellazione protesto cambiali prima della pubblicazione sul Registro Informatico dei Protesti
E' possibile acquisire il diritto ad essere depennati dall'elenco dei protesti prima dell'inserimento nella banca dati del RIP. Infatti, per evitare gli effetti negativi della pubblicità di eventuali protesti levati nell'arco di tempo compreso tra il giorno 27 ed il giorno 26 del mese successivo, si può presentare domanda di ...
Protesti - Come procedere d'urgenza per la cancellazione
Il debitore protestato può adire il giudice ordinario per chiedere in via d'urgenza la cancellazione di protesti Le Sezioni unite della Corte di Cassazione hanno per la prima volta dato un'indicazione uniforme sull'esatta interpretazione ed applicazione dell'articolo 4 della Legge numero 77/55 (come riformato dalla Legge numero 235/00) relativamente al ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca