Cambiale in scadenza non onorata – L’avallante può revocare la garanzia?


Argomenti correlati:

Nel marzo 2017 firmo un contratto di affitto per fini commerciali, con canone 1400 euro mensili: la proprietà mi chiede come tutela la fideiussione bancaria di 9000 euro, ma i costi visto che era la mia prima attività erano troppo alti. Con il locatore trovo l’accordo di firmare una cambiale dello stesso importo con avallo di mio padre: la cambiale è stata firmata il 30/03/2017 con scadenza 30/03/2018. In sede di contratto di affitto è stato fissato inoltre che il 1/04/2018 sarebbe scaduta ai fini contrattuali. Ora, noi non siamo riusciti a dare la fideiussione è il locatore non l’ha più chiesta. Per problemi economici avevamo deciso verbalmente di andarcene il 30/11/2018 e lasciare l’affitto. Il locatore ha voluto fare lo sfratto con gli ultimi 4 mesi non pagati. Ora ha chiesto un precetto con questa cambiale a me, la società (srls unipersonale) e a mio padre. È sempre valida questa cambiale? Lo può fare anche se sul contratto di affitto non viene detto che lui poteva tenersi la cambiale se non aveva fideiussione? Può sganciarsi con la scadenza contrattuale l’avallo? Lui può usarla con questo pretesto?

La cambiale è una cambiale e l’avallante, a fronte di un precetto deve adempiere o è suscettibile di escussione coattiva (pignoramento conto corrente, stipendio o pensione). Eventuale contenzioso circa le clausole contrattuali della locazione e il presunto inadempimento da parte del locatore vanno discusse innanzi al giudice con citazione della parte.

24 Aprile 2019 · Marzia Ciunfrini



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Cambiale in scadenza non onorata – L’avallante può revocare la garanzia?