Cambiale in garanzia a fornitore

Una Ditta (Alfa) ha come fornitore abituale (Beta): Alfa firma una cambiale di euro 13 mila e 500 euro per Beta, a garanzia delle forniture continuative che questa effettua. Il tutto viene riportato in una scrittura privata.

A settembre 2013 il debito di Alfa ammontava ad euro 1500.

Alfa, fino ad oggi, non riceve nessun sollecito di pagamento

Alfa cessa l’attività e, ad oggi, non ancora riesce a pagare Beta.

Nel giugno 2014 Beta emette una fattura su Alfa per delle merci mai fornite.

Alfa telefona e invia fax per chiarire questa situazione (aspetta una nota credito).

Nel settembre 2014 Beta mette all’incasso la cambiale, che finisce protestata con altre spese.

Praticamente Alfa si ritrova protestato per 13 e 500 euro dovendone solo 1500.

Come deve comportarsi Alfa per pagare solo il dovuto?

La ditta Alfa avrebbe dovuto ricorrere alla fideiussione bancaria o assicurativa per garantire alla ditta Beta il pagamento della fornitura.

Sottoscrivendo la cambiale e lasciandola protestare, la ditta Alfa si è esposta, senza via d’uscita, all’esecuzione coattiva che potrebbe avviare, nei suoi confronti, la ditta Beta sulla base del titolo esecutivo che possiede (la cambiale protestata), dal momento che non ci sarà un decreto ingiuntivo a cui la ditta Alfa potrà fare opposizione e l’eventuale opposizione al precetto, innanzi al giudice dell’esecuzione, non potrà certamente riguardare l’esigibilità del credito e, dunque, il merito dell’accordo concluso, nero su bianco, con la scrittura privata.

La ditta Alfa potrà soltanto avviare un nuovo contenzioso giudiziale, citando la ditta Beta per ingiustificato arricchimento e chiedendo al giudice di esaminare nel merito il contenuto della scrittura privata, che conferiva alla cambiale una esclusiva funzione di garanzia, i documenti che attestano il pagamento parziale del debito per 12 mila euro nonchè l’avvenuta presentazione del titolo all’incasso a fronte del debito residuo di mille e 500 euro.

Tuttavia, credo che la ditta Beta consegnerà alla ditta Alfa la cambiale protestata appena quest’ultima provvederà al saldo della fornitura, oppure si limiterà al pignoramento dei beni della ditta Alfa per un importo non superiore al credito effettivo che ancora vanta.

6 Dicembre 2014 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Cambiale in garanzia a fornitore
La ditta Alfa avrebbe dovuto ricorrere alla fideiussione bancaria o assicurativa per garantire alla ditta Beta il pagamento della fornitura. Sottoscrivendo la cambiale e lasciandola protestare, la ditta Alfa si è esposta, senza via d'uscita, all'esecuzione coattiva che potrebbe avviare, nei suoi confronti, la ditta Beta sulla base del titolo esecutivo che possiede (la cambiale protestata), dal momento che non ci sarà un decreto ingiuntivo a cui la ditta Alfa potrà fare opposizione e l'eventuale opposizione al precetto, innanzi al giudice dell'esecuzione, non potrà certamente riguardare l'esigibilità del credito e, dunque, il merito dell'accordo concluso, nero su bianco, con la ...

Cambiale e successioni mortis causa - Cambiale emessa dal debitore ed incassata alla scadenza dopo il suo decesso
Società X, debitrice, emette il 24 settembre 2018 a favore di Tizio, cambiale pagherò per 300 mila euro scadenza 31 dicembre 2018: Tizio decede (lasciando eredi) il 7 novembre 2018. Prima della morte Tizio trasferisce la cambiale a Caia, sua creditrice, (sul retro della cambiale vi sono le firme di Tizio e Caia oltre a 4 marche da 900 euro). Caia incassa la cambiale il 31.12.2018. Caia poteva incassare o spettava solo agli eredi di Tizio? ...

Cambiale in scadenza non onorata - L'avallante può revocare la garanzia?
Nel marzo 2017 firmo un contratto di affitto per fini commerciali, con canone 1400 euro mensili: la proprietà mi chiede come tutela la fideiussione bancaria di 9000 euro, ma i costi visto che era la mia prima attività erano troppo alti. Con il locatore trovo l'accordo di firmare una cambiale dello stesso importo con avallo di mio padre: la cambiale è stata firmata il 30/03/2017 con scadenza 30/03/2018. In sede di contratto di affitto è stato fissato inoltre che il 1/04/2018 sarebbe scaduta ai fini contrattuali. Ora, noi non siamo riusciti a dare la fideiussione è il locatore non l'ha ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Cambiale in garanzia a fornitore