Calcolo della quota pignorabile dello stipendio

Ho perso una causa civile per risarcimento danni da reato e mi aspetto che il soggetto vincitore della causa, che è una società per azioni, proceda con azioni di pignoramento.

Aggiungo che sono un lavoratore dipendente e separato legalmente con due figli piccoli. La domanda che vi pongo è relativa al calcolo della quota pignorabile del mio stipendio.

Percepisco uno stipendio netto di euro 1.500, di cui euro 800 vengono prelevati alla fonte e bonificati alla ex-moglie come assegno alimentare per i due figli (non per mantenimento ex-moglie) come da accordi sanciti in Tribunale nell'atto di separazione. Quanto mi può essere pignorato?

Purtroppo, il consistente assegno di mantenimento per i figli minori disposto dal Tribunale non influisce sulla quota pignorabile del suo stipendio netto che, pertanto, si quantifica in 300 euro/mese.

Se, invece, la madre affidataria, in conseguenza del mancato adempimento del padre verso i figli, avesse ottenuto un pignoramento di 750 euro delle competenze mensili del genitore obbligato, la quota pignorabile disponibile per un eventuale successivo creditore (sia esso ordinario, che esattoriale) del lavoratore dipendente sarebbe stata pari a zero euro.

Infatti, la somma della cessione del quinto e di tutti i pignoramenti che insistono contemporaneamente sullo stessa retribuzione non può eccedere la metà dello stipendio (al netto degli oneri contributivi e fiscali e al lordo di cessioni, pignoramenti e prestiti delega) percepito dal debitore.

15 aprile 2016 · Genny Manfredi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento stipendio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Calcolo della quota effettivamente pignorabile dello stipendio - Esempi pratici
Per comprendere appieno i meccanismi di calcolo della quota effettivamente pignorabile dello stipendio bisogna partire innanzitutto dalla classificazione dei debiti assunti nei confronti del soggetto procedente. Parliamo di debiti ordinari quando il creditore è una banca, un privato o una finanziaria. Siamo quindi nel novero dei prestiti concessi e non ...
Pignoramento esattoriale dello stipendio - E le pensioni?
Per quel che attiene le disposizioni sulla riscossione coattiva delle imposte sul reddito, l'articolo 72 ter del dpr 602/1973 si occupa, in particolare, di limiti di pignorabilità delle retribuzioni percepite da lavoratori dipendenti, debitori inadempienti, quando soggetti ad azione esecutiva avviata da Equitalia. La norma in commento prevede che le ...
Pignoramento dello stipendio con cessione e separazione - a volte conviene
Sono un lavoratore dipendente su cui incombono azioni esecutive promosse da Equitalia e da altri creditori. Attualmente percepisco circa 1700 euro netti al mese. Anni fa ho ceduto il quinto dello stipendio per far fronte ad una grave malattia che mi ha colpito all'improvviso (fanno tutte così) e per la ...
Pignoramento dello stipendio o della pensione come consolidamento debiti
Vorrei illustrarvi la mia attuale situazione debitoria alquanto complessa: praticamente ho una cessione del quinto e un prestito delega sullo stipendio.   Poi in virtù di investimenti sbagliati e bisogni economici impellenti ho stipulato vari rid bancari. Di cui tre particolarmente onerosi. Riesco a pagare facendo i cosidetti salti mortali. ...
Cessione del quinto dello stipendio e pignoramento
La legge disciplina l'ipotesi del cumulo della cessione con uno o più eventuali pignoramenti della retribuzione. Il cumulo può verificarsi in due distinte ipotesi, in relazione alle quali il legislatore fissa precisi limiti quantitativi. Qualora la retribuzione del lavoratore sia già gravata da una trattenuta a titolo di pignoramento e ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca

Forum

Domande