Buoni fruttiferi cointestati

Vengo a sapere oggi, dopo 11 anni, che mio padre aveva dei buoni fruttiferi cointestati con il fratello. Mio padre è morto tre anni fa. Sono ancora in tempo per avanzare ancora qualche diritto?

Invii a suo zio una raccomandata a/r in cui reclama, in qualità di erede, il 50% dell’importo relativo ai buoni fruttiferi cointestati con suo padre, in modo che il credito non vada in prescrizione.

Poi avrà tutto il tempo per raggiungere un accordo bonario con lo zio o citarlo in Tribunale per appropriazione indebita.

25 Ottobre 2014 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Atto di pignoramento presso terzi e buoni fruttiferi postali cointestati
Ho ricevuto un atto di pignoramento presso terzi da parte dell'ufficiale giudiziario presso poste italiane. Il creditore è il mio ex avvocato. Io non ho conti correnti o libretti di risparmio, bensì dei Buoni Fruttiferi Postali CARTACEI ordinari cointestati. La domanda è se i suddetti buoni possono essere pignorati o meno visto che le informazioni in mio possesso sono contraddittorie. Non si tratta di un procedimento penale ma civile. ...

Pignoramento Buoni Fruttiferi Postali cointestati
Ho subito un pignoramento (un privato) presso terzi da parte dell'ufficiale giudiziario: per il momento non è accaduto nulla in quanto ci sarà un'udienza a ottobre con il giudice di pace. L'unica cosa in mio possesso sono dei Buoni Fruttiferi Postali cointestati cartacei. Se Poste Italiane ha effettivamente comunicato questo mio possesso al mio creditore (lo ha effettivamente fatto?) come potrà avvenire il pignoramento visto che i suddetti buoni sono cartacei e non sono neanche materialmente in mio possesso visto che li ha mia madre? Li dovrò consegnare o cosa? Potrei difendermi da tutto ciò? ...

Liquidazione di buoni fruttiferi postali cointestati con pari facoltà di rimborso con soggetto deceduto
Vorrei sapere se è legittimo il rifiuto di Poste italiane di liquidare a vista dei buoni fruttiferi postali, caratterizzati dalla clausola "pari facoltà di rimborso", cointestati a mia zia paterna (deceduta nel 2013) e alla sottoscritta. Mi è stata richiesta la dichiarazione di successione (da aprire presso l'ufficio postale) e la chiamata degli altri eredi. So che sia la Cassazione sia altri tribunali si sono espressi condannando Poste Italiane per questo comportamento ma a quanto sembra non c'è stato il dovuto adeguamento. ...

Dove mi trovo?