Buoni carburante venduti online a prezzi stracciati - Nessuna occasione: è una truffa

Ho acquistato tramite il sito "sottocosto" dei buoni carburante per poter fare la benzina presso i punti ENI: i ticket erano disponibili a prezzi stracciati e mi è sembrata un'occasione da non perdere.

Purtroppo, però, successivamente ho scoperto che i buoni erano falsi, dato che non li hanno accettati alle stazioni di servizio.

Insomma, sono incappato in una truffa.

Come posso farmi rimborsare?

Sono giunte numerose segnalazioni, sui social e sul web in generale, di persone raggirate da una truffa che si sta perpetrando online: tramite un sito, sottocosto, molti consumatori hanno acquistato buoni carburante di note compagnie petrolifere, poi risultati fasulli al momento dell'utilizzo.

La vicenda dei buoni carburante falsi vede coinvolta ENI che ha disposto un procedimento cautelare contro il portale sottocosto, piattaforma di e-commerce con prezzi molto bassi e vantaggiosi della società Mega Trade srl (già Promotional Trade srl).

Su questo sito erano disponibili buoni carburante scontati, ma anche tanta merce a prezzi vantaggiosi.

Molte sono state, però, le denunce registrate nel corso del tempo da parte di utenti, che non hanno ricevuto la merce acquistata o ricevuta con molto ritardo.

SI tratta anche del caso della truffa sui buoni benzina Total Erg, di pc portatili e prodotti di elettronica a prezzi incredibilmente bassi, e diversi altri casi.

Fra la merce venduta prezzi vantaggiosi su questo sito c'erano anche prodotti ENI ed in particolare buoni carburante ENI falsi .

La vicenda ha allarmato subito la Società Petrolifera italiana che ha avviato un procedimento cautelare davanti al Tribunale Civile di Trieste, avvertendo i consumatori di fare attenzione perché quei buoni erano proposti a prezzo eccessivamente ridotto e fuori mercato.

In una nota l'ENI ha preso le distanze da questo sito di e-commerce, ignorando la provenienza di questo buoni carburanti falsi, per giunta, caratterizzati dai tipici segni distintivi di Eni.

Ecco la nota della compagnia: Eni segnala che sul sito “sottocosto.online”, da parte della “Mega Trade srl” (già Promotional Trade srl) è in corso la vendita di buoni carburante a marchio Eni a prezzi eccessivamente ridotti e fuori mercato. Eni ha in essere alcune partnership accuratamente selezionate tra le quali non compare quella con Mega Trade srl. Quest’ultima non risulta aver acquistato Buoni Carburante Elettronici da Eni che pertanto ne ignora la provenienza, la disponibilità e quant’altro possa garantire un acquisto valido ed efficace. Eni prende quindi le distanze dalla Mega Trade srl e dalla relativa vendita ed invita ad adottare tutte le cautele del caso e a diffidare di qualsiasi canale diverso da quelli ufficiali per l'acquisto di Buoni Carburante Elettronici.

La vicenda è finita in tribunale, davanti alla Sezione Specializzata in Materia di Impresa del Tribunale di Trieste.

ENI ha avviato un procedimento cautelare per contraffazione e per condotte di concorrenza sleale il sito sottocosto.

Il Tribunale Civile di Triste ha accolto totalmente il ricorso cautelare presentato da ENI ed ha disposto l'inibitoria nei confronti del sito incriminato, ordinando il ritiro dal commercio e la rimozione del materiale recante segni in contraffazione dei marchi di cui ENI è titolare.

Inoltre è stato disposto il sequestro del materiale della contraffazione e le prove della vendita dei prodotti contestati.

Qualche anno fa sono stati contraffatti anche i buoni carburante TotalErg.

Nell'agosto del 2018 infatti, alcuni utenti hanno ricevuto messaggi sms o e-mail con false offerte di buoni carburante al prezzo di 1 euro al litro.

Questi buoni erano perfettamente identici a quelli acquistabili online dal sito ufficiale di TotalErg.

Chi ha tentato di acquistarli è stato truffato due volte perché non solo ha acquisto un buono fasullo ma ha subito l'illegittimo utilizzo della propria carta di credito con conseguente addebito di importi non autorizzati.

La truffa in seguito è stata fermata dall'intervento delle Autorità Competenti.

11 dicembre 2018 · Giovanni Napoletano

Altre discussioni simili nel forum

phishing informatico e truffa online
tutela consumatore - truffe

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca