Bonus sociale bollette automatico: ci siamo – Ecco cosa cambia


Dal 1 Luglio 2021 arriva il bonus sociale automatico per pagare le bollette: vorrei sapere, nel dettaglio, a chi spetta e come richiederlo.

Potete darmi informazioni chiare?

Tra le numerose novità che scatteranno sia in ambito fiscale che in altri ambiti a partire dal 1° luglio troviamo anche il bonus sociale sulle bollette di gas, luce e acqua: i beneficiari di questo nuovo bonus saranno i nuclei familiari numerosi, e le famiglie indigenti.

L’agevolazione sarebbe dovuta partire solo il 1° gennaio 2022, mentre grazie alle recenti correzioni operate dall’Arera (Autorità per l’Energia le Reti e l’Ambiente) sarà possibile per gli aventi diritto beneficiarne già a partire dal 1° luglio prossimo.

L’Autorità per l’energia ha recentemente apportato alcune modifiche sulla base delle indicazioni del Garante per la Privacy. Grazie a questo aggiustamento si è potuto ottenere la regolamentazione del passato di dati tra l’Inps e il Sistema Informativo Integrato, il cosiddetto Sii, gestito dall’Acquirente Unico, la banca dati che contiene tutte le informazioni relative a forniture elettriche, gas, e gestori idrici competenti per territorio.

A farsi carico dell’onere del trasferimento delle informazioni sarà, in base a quanto stabilito dall’Arera, l’Acquirente Unico. Detto trasferimento avverrà per mezzo di un collegamento in modalità client s-FTP al server dell’Inps, e sarà quest’ultimo a fornire al gestore del Sii le credenziali di accesso per consentire il collegamento da remoto.

Naturalmente è previsto che, al fine di garantire la riservatezza prevista nel trattamento dei dati personali, tutte le informazioni che vengono inviate siano crittografate e dotate di firma digitale.

La comunicazione nelle bollette emesse dopo il 30 giugno
La delibera che è stata redatta nei giorni scorsi stabilisce che nella bolletta sintetica emessa dopo il 30 giugno 2021 dovrà essere presente la seguente comunicazione al cliente finale: “Gentile cliente, nel caso in cui lei avesse diritto ai bonus sociali per la fornitura di energia elettrica, gas naturale e acqua, i dati personali trasmessi con il modello Dsu per la definizione dell’Isee e strettamente funzionali all’attribuzione automatica dei suddetti bonus sono trattati da Arera in conformità alle indicazioni contenute nell’Informativa Privacy. La presente comunicazione è effettuata a beneficio di tutti i componenti il nucleo familiare i cui dati personali sono raccolti attraverso la Dsu sottoscritta dal dichiarante”.

Il primo dato da memorizzare è che il bonus sociale non è destinato alle attività commerciali ma solo alle utenze domestiche. Per quanto riguarda i requisiti specifici di cui i contribuenti devono risultare in possesso per accedere all’agevolazione, sostanzialmente non ci sono novità.

Il bonus è destinato a tutti i clienti domestici che sono intestatari di un contratto di fornitura e che:

  • fanno parte di un nucleo familiare con un indicatore Isee che non superi la soglia degli 8.265 euro
  • fanno parte di un nucleo familiare numeroso, vale a dire con almeno 4 figli a carico e un indicatore Isee che non superi la soglia dei 20.000 euro
  • fanno parte di un nucleo familiare che percepisce il Reddito di Cittadinanza o la Pensione di cittadinanza. Nel caso specifico dei beneficiari del RdC, il diritto al bonus sociale per le bollette di gas e luce scatta anche se l’Isee supera la soglia degli 8,265 euro. Per quanto riguarda lo sconto sulla bolletta dell’acqua però è necessario che l’Isee resti al di sotto della suddetta soglia.
  • risultano titolari di un contratto attivo per la fornitura di energia elettrica e/o gas e/o acqua con tariffa per usi domestici, oppure fruiscono di una fornitura condominiale attiva gas e/o acqua.

Per quanto riguarda poi gli importi del bonus sociale automatico, questi variano prima di tutto in base al numero di componenti del nucleo familiare, inoltre viene aggiornato ogni anno dall’Authority per l’Energia.

I nuclei familiari formati da una sola persona hanno diritto al bonus per ciascuna tipologia. Ad ogni modo gli importi aggiornati all’anno 2021 su cui si attestano gli sconti in bolletta previsti dal bonus sono i seguenti:

  • Nuclei familiari composti da 1 o 2 persone: 128 euro
  • Nuclei familiari composti da 3 o 4 persone: 151 euro
  • Nuclei familiari composti da 5 o più persone: 177 euro

L’importo del bonus viene riconosciuto sotto forma di detrazione diretta nelle diverse bollette che corrispondono ai consumi dei 12 mesi successivi alla presentazione della domanda per il bonus stesso.

Ciascuna delle bollette riporta una parte del bonus che è proporzionale al periodo di riferimento della bolletta cui si applica.

25 Giugno 2021 · Andrea Ricciardi



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Bonus sociale bollette automatico: ci siamo – Ecco cosa cambia