Bonus matrimonio 2022 – Di cosa si tratta?


A poter fare domanda sono le imprese operanti nel settore wedding, eventi e intrattenimento, duramente colpite dall’emergenza pandemica

Sono il titolare di un’azienda che si occupa di intrattenimento, soprattutto concernete le cerimonie private e i matrimoni: a causa del Covid siamo entrati in crisi e non riusciamo più a uscirne.

Ho saputo che c’è un sostegno del Governo per il mio caso: è vero?

Il bonus matrimonio è un contributo a fondo perduto previsto dal decreto Sostegni bis: confermato anche per il 2022 con decreto approvato dal ministero dello Sviluppo economico e dal ministero dell’Economia, è previsto a favore dagli operatori del comparto wedding.

Per il 2022 sono stati stanziati 60 milioni di euro. A poter fare domanda sono le imprese eventi, intrattenimento e Ho.Re.Ca (hotellerie-restaurant-catering), duramente colpite dall’emergenza pandemica.

I 60 milioni di euro saranno così distribuiti: 40 milioni al settore del wedding, ossia quello dei matrimoni, 10 milioni al settore dell’intrattenimento, dell’organizzazione di feste e cerimonie e 10 milioni al settore dell’hotellerie-restaurant-catering (Ho.Re.Ca.).

Il contributo spetta solo agli operatori dei tre settori che, nel 2020, hanno subito una riduzione del fatturato non inferiore ad almeno il 30% rispetto a quello dell’anno precedente.

Se l’azienda ha iniziato l’attività nel 2019, la perdita di fatturato sarà misurata rapportando il periodo di attività da quando è stata costituita l’impresa al corrispondente periodo del 2020.

Le domande potranno essere presentate all’Agenzia delle Entrate. È necessario dimostrare di possedere i requisiti necessari e ogni impresa può presentare una sola istanza.

Una volta giunto il termine di presentazione delle richieste, il contributo sarà distribuito con le seguenti modalità: il 70% di ciascuna assegnazione è ugualmente ripartito tra tutte le imprese.

Il 20% sarà distribuito in via aggiuntiva alle imprese che presentano un ammontare dei ricavi superiore 100 mila euro. Il restante 10% alle attività che presentano un ammontare dei ricavi superiore a euro 300 mila euro.

Il contributo sarà corrisposto dalla stessa Agenzia al beneficiario mediante accredito diretto sul conto corrente bancario o postale indicato dal richiedente.

Da marzo 2020 il settore wedding e degli eventi in generale ha subito un crollo vertiginoso del fatturato dato che molte cerimonie sono state annullate per via del rischio contagio: Assoeventi stima un crollo del 90% nel 2020.

26 Aprile 2022 · Andrea Ricciardi

Altri post che potrebbero soddisfare le esigenze informative di chi è giunto fin qui


Se il post è stato interessante, condividilo con i tuoi account Facebook e Twitter

condividi su FB     condividi su Twitter

Questo post totalizza 115 voti - Il tuo giudizio è importante: puoi manifestare la tua valutazione per i contenuti del post, aggiungendo o sottraendo il tuo voto

 Aggiungi un voto al post se ti è sembrato utile  Sottrai  un voto al post se il post ti è sembrato inuutile

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it

Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!



Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni » Bonus matrimonio 2022 – Di cosa si tratta?. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.