Bonus mamma domani e bonus bebè


Argomenti correlati: ,

Sono una donna in attesa del mio primo figlio, ho un compagno che riconoscerà il bambino ma non viviamo insieme, quindi non siamo un nucleo familiare, volevo sapere chi deve fare la richiesta del bonus bebè, io o il mio compagno, e chi dovrà produrre l’ISEE per ottenerlo, inoltre chiedo se bisogna spettare che il bimbo sia nato o si può fare richiesta prima. In attesa ringrazio anticipatamente.
Sonia

Al compimento del settimo mese di gravidanza (inizio dell’ottavo mese di gravidanza) potrà presentare all’INPS istanza per fruire del premio alla nascita di 800 euro (bonus mamma domani): la domanda deve essere corredata della certificazione sanitaria rilasciata dal medico del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) attestante la data presunta del parto.

L’assegno di natalità (anche detto “Bonus Bebè”) è, invece, un assegno mensile destinato alle famiglie per ogni figlio nato. L’assegno è annuale e viene corrisposto ogni mese fino al compimento del primo anno di età del bambino. La domanda deve essere presentata dal genitore convivente con il neonato.

La misura dell’assegno è calcolata in funzione del valore dell’ ISEE minorenni (quindi comprendente anche reddito e patrimonio del padre naturale) in corso di validità e potrà spettare, nei limiti di un importo minimo pari a 960 euro annui. La domanda deve essere presentata entro 90 giorni dalla nascita

4 Novembre 2020 · Genny Manfredi



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?