Bonus 200 euro – Nella valutazione della soglia di reddito fissata per avere accesso al beneficio va inclusa anche la rendita INAIL che percepisco?


Argomenti correlati: ,

Non riesco a capire se devo dichiarare al datore di lavoro (al fine di avere il bonus nella busta paga di luglio) di essere titolare di rendita Inail. Tale rendita è esente da imposte e non viene nemmeno sommata al reddito nel 730 in quanto non concorre a formare il reddito.

Nel computo della soglia di reddito da rispettare per accedere al bonus, vanno inclusi tutti i redditi di qualsiasi natura con la sola eccezione dei seguenti:

rendita casa di abitazione e relative pertinenze;
trattamenti di fine rapporto;
emolumenti arretrati sottoposti a tassazione separata;
ANF, assegni familiari e assegno unico universale;
assegni di guerra, indennizzi da vaccinazione o trasfusione;
indennità di accompagnamento.

Il bonus spetta a tutti i lavoratori dipendenti, con esclusione dei rapporti di lavoro domestico, purché venga rispettato il limite della retribuzione mensile, imponibile ai fini previdenziali, pari a 2.692 euro.

Al raggiungimento della soglia contribuisce, nella fattispecie, anche l’importo percepito mensilmente come rendita INAIL, importo che, pertanto, va comunicato al datore di lavoro.

14 Giugno 2022 · Tullio Solinas



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Bonus 200 euro – Nella valutazione della soglia di reddito fissata per avere accesso al beneficio va inclusa anche la rendita INAIL che percepisco?