Bonifici in conto corrente tra genitori e figli di modica entità

Ho letto che il fisco potrebbe fare dei controlli sui versamenti di contanti sui conto correnti: come bisogna giustificare nella causale se vengono fatti dei versamenti di denaro tramite bonifico da conto corrente dei genitori ai figli e viceversa? Per esempio, a me capita che il giorno 30 del mese passa la rata del mutuo in una banca e di un altro finanziamento in un altro conto. I miei figli mi versano il totale di 700 euro, di solito 350 uno e 350 l altro, e poiché io ricevo lo stipendio il giorno 5 del mese successivo, ogni mese il 5 faccio loro un bonifico per restituire le some anticipatemi e nella causale scrivo bonifico per figlio o versamento per figlio. E corretto? O rischio comunque che il fisco faccia un accertamento visto che non è una cosa sporadica ma abituale, dato che io, purtroppo, senza l aiuto dei miei figli non riuscirei altrimenti a pagare puntualmente i finanziamenti?

Si tratta di trasferimenti in denaro di modica entità e quindi non configurabili come donazione e nemmeno potenzialmente integranti ipotetiche attività di riciclaggio. Tanto più se il bonifico da figlio a padre segue, nel tempo, un accredito, di eguale importo, da figlio a padre.

Stia tranquillo: si tratta delle solite pratiche scorrette utilizzate da alcuni siti per ingenerare allarmismi o curiosità esagerata e rubare, così, qualche click (cerchi su google la parola clickbait).

6 Dicembre 2019 · Carla Benvenuto



Condividi il topic dona e vota


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!


Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Bonifici in conto corrente tra genitori e figli di modica entità