Bollette acqua luce gas inviate in ritardo e consumatori costretti a pagare interessi moratori – Come risolvere il problema?

Le bollette della luce, gas o acqua continuano ad arrivare in ritardo e noi consumatori siamo costretti a pagare sempre di più a causa degli interessi moratori, scaturiti da pagamenti, per forza di cose, non puntuali.

Ma non sarebbe più semplice inviare una data di spedizione sulla busta della bolletta in modo tale da valutare l’effettiva responsabilità e tutelare i consumatori?

Al principio, come da lei segnalato, per questo tipo di problematica, l’Agcom riteneva come soluzione maggiormente preferibile quella dell’apposizione da parte dell’operatore postale della data di spedizione sulla busta contenente la bolletta/fattura nel momento in cui riceve la corrispondenza da inviare al recapito.

Il garante, infatti, definiva questa soluzione come la sola in grado di fornire la certezza della data di spedizione consentendo quindi all’utente finale di individuare più facilmente le responsabilità di eventuali ritardi nel recapito delle bollette.

Nello stesso testo, tuttavia, si faceva già riferimento a un aggravio in termini di investimenti e costi operativi per gli operatori postali comportato da tale soluzione.

Ebbene, questo inciso è stato ritenuto altamente significativo, tale da determinare un ripensamento su questa soluzione.

Il nuovo metodo è tuttavia meno semplice per i consumatori.

Infatti, in caso di ricezione di una bolletta con interessi di mora per ritardato pagamento causato dalla consegna tardiva della bolletta precedente, il contribuente può sporgere reclamo alla società postale responsabile dell’invio.

Quest’ultima sarà tenuta a fornire informazioni dettagliate sull’invio della bolletta, tramite una chiara rappresentazione cronologica delle operazioni che si concludono con il recapito della stessa.

Tali informazioni dovranno essere inoltrate anche alla società della luce gas o acqua che ha emesso la bolletta.

Ma come risolvere questo problema alla base?

Si può optare per altri canali di trasmissione della bolletta: i modi più comuni sono quelli della bolletta digitale, che arriva per e-mail il giorno stesso dell’emissione, e la domiciliazione bancaria.

Con quest’ultima modalità, l’importo da pagare sarà prelevato direttamente entro la scadenza.

A volte, a questi canali di trasmissione della bolletta, si è più restii perché può risultare più complessa la contestazione della stessa in caso di evidenti errori.

In ogni caso, su ogni sito della compagnia di riferimento, si ha la possibilità di consultare le informazioni dettagliate su come sporgere un reclamo per una bolletta con errori.

22 Marzo 2019 · Andrea Ricciardi

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Bollette di luce gas e acqua inviate ai consumatori - Data spedizione sarà obbligatoria?
Mi hanno inviato una bolletta della luce in ritardo, rispetto alle altre volte: conseguentemente ho pagato anche io in ritardo e mi sono stati addebitati degli interessi di mora. Non ho potuto, però dimostrare che il ritardo fosse della compagnia fornitrice perché manca, come sempre, la data di presa in carico dalle poste, o detto più terra terra la data di spedizione. Come fare? ...

Bollette luce e gas: fine del mercato tutelato - Cosa cambierà per i consumatori?
Siamo ormai a ridosso della fine del mercato tutelato, per quanto riguarda le bollette per la fatturazione di luce e gas, con il passaggio al mercato libero: vorrei sapere, in sostanza, per noi consumatori cosa cambierà. Dovremmo cambiare fornitore? Il passaggio avrà un costo? Vorrei saperne di più. ...

Utenze domestiche di luce e gas: il subentro e la voltura » Come risolvere il problema delle morosità pregresse
Come va gestita la morosità di bollette di luce e gas riguardo al subentro o la voltura delle utenze domestiche. Quando viene ceduto, oppure affittato nuovamente un immobile, può accadere, non di rado, che il precedente inquilino non abbia pagato una o più bollette di qualsivoglia utenza, che sia gas o luce. In tale ipotesi, molto spesso, il fornitore di energia imputa al nuovo utente, che chiede di subentrare nell'utenza, le morosità lasciate dal precedente utente, impedendo l'attivazione della fornitura o minacciandone la sospensione fino a quando il debito pregresso non viene saldato. A monte del problema vi è, chiaramente, ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Bollette acqua luce gas inviate in ritardo e consumatori costretti a pagare interessi moratori – Come risolvere il problema?