Bollette luce e gas - Isee basso? Ecco come e quanto risparmiare

Vorrei sapere se, grazie al mio ISEE, alquanto basso, potrei risparmiare in merito alla fatturazione delle bollette di luce e gas.

Lavoro part time e vivo da solo: il mio ISEE equivale a circa seimila euro annui.

Posso accedere al bonus e quanto posso risparmiare?

Chi ha un valore isee basso, in alcuni casi, può beneficiare di uno sconto, o bonus, per quanto riguarda il pagamento delle bollette di gas e luce.

Per quanto riguarda la fatturazione della fornitura elettrica, il bonus sociale può essere richiesto dalle famiglie con un basso reddito o per disagio fisico.

Ne hanno diritto i i clienti domestici, per cui le famiglie e non le imprese, professionisti, ditte individuali o società ecc, che hanno:

  • installato nella propria abitazione di residenza un contatore elettrico fino a 3 kw per i nuclei familiari fino a 4 persone e a 4,5 kw per quelli superiori a 4 persone residenti;
  • che hanno una certificazione ISEE fino a 8.107,5 euro o a 20.000 se con più di 3 figli a carico.

Inoltre, tutti i clienti domestici che hanno in casa una persona affetta da una grave forma di malattia che costringe all'utilizzo di apparecchiature elettromedicali per la sopravvivenza della persona malata hanno diritto al bonus per disagio fisico.

In questo caso, la famiglia deve, essere in possesso della relativo documentazione rilasciata dalla ASL, ossi, di un certificato sanitario che attesti la necessità di utilizzare tali apparecchiature, il tipi, l'indirizzo presso il quale è installata e la data di installazione ed inizio all'uso da parte del cittadino. Entrambi i bonus luce, sono cumulabili allorché ricorrano i rispettivi requisiti di ammissione al beneficio.

Per quanto riguarda la fatturazione del gas, invece, hanno diritto a presentare la domanda del bonus sociale tutti i clienti domestici che hanno intestata una fornitura di gas naturale nella casa di residenza, che siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • ISEE pari o inferiore a 8.107,5 euro euro che sale a 20 mila euro per le famiglie numerose con più di 3 figli a carico e contatore gas non superiore a G6.

Inoltre, va detto che il bonus sociale è riconosciuto solo a quelle utenze fornite da gas metano naturale distribuito dalla rete anche se in impianti condominiali, per cui, non si ha diritto allo sconto in bolletta se la fornitura è a gas in bombola o a GPL.

Nel caso in cui, il cliente domestico che utilizza l'impianto condominiale, non abbia un contratto diretto con la società venditrice di gas, il bonus sociale può essere inviato tramite bonifico domiciliato di Poste Italiane.

Presentando la richiesta, si avrà uno sconto annuo del 30% circa (in base ai requisiti) che verrà scalato dalla bolletta man mano. L

La domanda dovrà essere presentata al Caf o al Comune.

7 maggio 2018 · Giovanni Napoletano

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

ISEE
tutela consumatore gas acqua luce

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca