Bollette energetiche – Come evitare le truffe e come difendersi

Mia madre, settantenne, ha ricevuto una chiamata da un sedicente operatore nell’ambito delle bollette luce, che le prometteva forti sconti in bolletta: dopodiché, senza sapere come, si è trovata abbonata ad una compagnia, pagando addirittura di più.

Vorrei sapere come è possibile difendersi da queste pratiche per evitare queste situazioni spiacevoli.

Oggigiorno sono sempre più numerose le segnalazioni di truffe, a danno di anziani e non solo, sulle bollette di luce e gas: truffatori, infatti, puntano sulla propensione degli italiani a cercare un nuovo fornitore per avere un prezzo migliore e quindi risparmiare e, proprio per questo, riescono ad ottenere attenzione.

Ma molte volte si tratta esclusivamente di promesse elargite al fine ottenere tornaconti personali.

La prima regola da seguire per proteggersi dalle truffe sulle bollette di luce e gas è quella di fare attenzione alle telefonate che si ricevono.

Ricordiamo a tutti che un contratto di utenza risulta valido soltanto se c’è una doppia conferma da parte del cliente.

Quando chiama un call center del quale vi fidate poco, il suggerimento è quello di non rispondere mai con monosillabi del tipo “si”, “io confermo” o anche “no”.

Tali parole, infatti, potrebbero essere registrate e rimontate poi in seguito per simulare un’approvazione da parte del cliente del cambio del fornitore di gas o luce.

Inoltre, un altro suggerimento, è quello di controllare sempre tutte le voci in bolletta e, qualora dovesse apparire la dicitura ” cessazione contratto” o un’altra voce strana, si dovrà chiamare subito il proprio fornitore e chiedere delucidazioni in merito.

Inoltre un altro importante consiglio è quello di non fare mai nulla con troppa fretta.

Se la proposta di un nuovo contratto è molto allettante, ad esempio, si dovrà pretendere che vi venga inviato anche il cartaceo in modo tale da poterlo analizzare con la calma dovuta.

In questo modo sarà anche possibile verificare se le informazioni indicate sono corrette come ad esempio se la società che stipula il contratto è veramente autorizzata e riconosciuta a fornire tale tipologia di servizio.

Molti truffatori approcciano con l’ignaro cliente inviando un messaggio di posta elettronica.

In esso è contenuto un link che chiede poi di inserire i propri dati personali.

In questo modo i malintenzionati cercano di carpire informazioni personali chiamando poi a casa o sul cellulare. Può anche capitare che si presentino fuori la porta di casa.

Il suggerimento è quindi quello di accertare sempre l’identità di tali individui nonché l’appartenenza effettiva alla società per la quale dicono di contattarvi.

Si ricorda inoltre che i fornitori di luce e gas non mandano mai i propri incaricati a riscuotere denaro contante per cui se si dovesse presentare tale ipotesi, il consiglio è quello di non aprire.

Altro suggerimento importante è quello di non fornire mai il codice Pod per la luce o quello Pdr per il gas, entrambi identificano in modo univoco la propria utenza per cui i rappresentati dei vostri fornitori dovrebbero conoscerlo.

Qualora venga richiesto da chi si spaccia per il vostro fornitore si dovrà subito interrompere la chiamata.

Le vittime di truffa potranno dimostrare che la firma sul contratto non è la loro o che essa è stata estorta con l’inganno inviando un reclamo.

In questo modo non si avrà il dovere di pagare l’utenza e si potrà anche sporgere denuncia all’Autorità Garante chiedendo che il nuovo fornitore faccia in modo che venga ripristinato il vecchio contratto.

Nel caso in cui ci sia invece ripensamento ci si potrà avvalere del “diritto di ripensamento” senza alcuna penale o obbligo entro quattordici giorni dalla firma della proposta nel caso in cui si tratti di vendita a domicilio, di invio di conferma in forma scritta o di conferma vocale.

13 Maggio 2019 · Gennaro Andele

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Coronavirus e bollette energetiche - E' prevista una sospensione del pagamento?
Vorrei sapere come è possibile che non siano ancora state sospese le bollette della fatturazione energetica, in questo periodo di crisi che stiamo vivendo a causa del Coronavirus. Siamo allo stremo: possibile che nessuno faccia nulla? ...

Ricevute di pagamento bollette energetiche - Per quanto tempo vanno conservate?
Sono sicuro di aver pagato due volte una bolletta della luce: purtroppo, però, non ho potuto contestare il saldo alla compagnia fornitrice poiché mia moglie non ha conservato la bolletta con la ricevuta. In linea generale, è utile conservare le bollette? Per quanto tempo? ...

Conto corrente online (home banking) - Come difendersi dalle truffe?
Vorrei attivare l'home banking (conto online) per la semplicità nel fare le operazioni bancarie che mi servono: d'altro canto, però, ho paura di poter cadere in truffe che mi svuotino il conto. Come difendersi? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Bollette energetiche – Come evitare le truffe e come difendersi