Banca e segnalazione importi in cr banca d'italia

A dicembre ho fatto un saldo a stralcio con una banca si 1500 euro: ero segnalato con una sofferenza di 8988 euro fino a novembre 2014.

In questo importo vi erano due finanziamenti quello dello stralcio e quello di 1700 venduto a una società di recupero credito a dicembre. Nella visura risulta sofferenze-credito passati a perdita 7488 e poi credito ceduto a terzi Euro 7537.

Ho inviato ben due raccomandate ar alla banca per chiedere spiegazioni. Mi è stato risposto Che la posizione dello stralcio è posto e su quella ceduta di chiedere alla società si recupero credito. Nelle raccomandate era chiesto esplicitamente di dare spiegazione in merito Hai 7537 Euro ceduti a terzi.

Quando si tratta con le società di recupero crediti e si raggiunge un accordo a saldo stralcio, prima di pagare bisogna pattuire nel dettaglio anche il testo della liberatoria per la successiva cancellazione del proprio nominativo dalla Centrale Rischi in cui si è stati segnalati.

Il documento, su carta intestata del creditore cessionario e sottoscritto dal legale rappresentante della società, deve riportare l'integrale rimborso delle posizioni così come rubricate ed individuate nella Centrale Rischi, senza alcun accenno all'eventuale saldo parziale con cui è stata effettivamente perfezionata la transazione stragiudiziale.

Solo in questo modo, decorso il triennio dalla data della liberatoria, sarà possibile esigere la cancellazione del proprio nominativo dalla Centrale Rischi per le posizioni debitorie indicate nel documento.

21 giugno 2015 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

accordo bonario nel recupero crediti
accordo transattivo a saldo stralcio
cattivi pagatori - iscrizione in centrale rischi
che cosa è un accordo a saldo stralcio
come funziona il saldo stralcio
liberatoria per annotazione nelle banche dati cattivi pagatori

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Contratti di prestito – sconto di portafoglio
Lo sconto è il contratto di prestito con il quale la banca, previa deduzione dell'interesse, anticipa al cliente l'importo di un credito verso terzi non ancora scaduto, mediante la cessione, salvo buon fine, del credito stesso. L'operazione di sconto di portafoglio si sostanzia in un prestito monetario economicamente garantito dalla ...
La surrogazione (o surroga) del mutuo – cambiamo banca e condizioni senza estinguere il mutuo
La surrogazione del mutuo è uno strumento per far conseguire risparmi ai mutuatari, previsto dalla Legge 40/2007 (legge Bersani). Con la surrogazione del mutuo, il mutuatario può accordarsi con una nuova banca per avere un altro mutuo senza la necessità di estinguere quello con la banca originaria, che non può ...
Accordo a saldo stralcio, debito rinunciato e illegittima segnalazione in Centrale Rischi - Il punto di vista dei giudici romani
Assume una chiara valenza transattiva l'accordo a saldo stralcio concluso con la banca, se quest'ultima, pur facendo riferimento - nella quietanza liberatoria - al debito originario parzialmente rimborsato, dichiara testualmente che l'obbligazione è stata integralmente estinta, con riferimento quindi anche alla quota eventualmente non escussa. In pratica, ciò vuol dire ...
Accordo transattivo a saldo stralcio - Illegittima la segnalazione in Centrale rischi per un debito rinunciato
Com'è noto, le disposizioni che regolano le modalità e i presupposti delle segnalazioni nelle Centrali Rischi, pubbliche e private, prevedono che il creditore (banca, finanziaria e società di recupero crediti) anche quando addiviene ad una definizione transattiva, sia sempre tenuto a procedere alla segnalazione, sebbene limitatamente alla quota parte dell'importo ...
Libretti di risparmio - La banca deve restituire gli importi addebitati ove sulle annotazioni manchi la firma dell'impiegato
Per quanto previsto dal codice civile (articolo 1835) le annotazioni sul libretto firmate dall'impiegato della banca, che appare addetto al servizio, fanno piena prova nei rapporti tra banca e depositante. Naturalmente, tale disposizione trova applicazione anche ai libretti di risparmio per somme depositate presso Poste Italiane. Al riguardo, anche la ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca