Baby sitter e cassa integrazione guadagni in deroga – I datori di lavoro domestici non possono ricorrere alla CIGD

Sono una baby sitter regolarmente assunta a tempo indeterminato con contratto di 8 ore al giorno per 700 euro mensili netti: a seguito della diffusione del virus, il mio datore mi ha imposto di restarmene a casa dal mese di feb 2020 ma mi retribuisce con soli 300 euro. Vorrei sapere se il datore può già richiedere per me la cassa integrazione prevista o quanto meno un importo (acconto) minimo previsto per legge. In caso di cassa integrazione che percentuale mi spetterebbe?

Ai sensi del comma 2 dell’articolo 22 del decreto legge 18/2020 (Cura Italia), i datori di lavoro domestico sono esclusi dall’applicazione della cassa integrazione guadagni in deroga.

16 Aprile 2020 · Tullio Solinas

La mansione esatta disposta nel mio ccnl cita testualmente: qualifica/Livello As con mansioni di baby sitter e addetta ai lavori domestici (Pulizie,stiro) Cambia qualcosa? Il datore può richiedere cassa integrazione. Può tenermi in stand by senza corrispondermi nulla? Cosa dovrei fare?

Purtroppo, il ccnl di lavoro conferma che il suo datore di lavoro è un datore di lavoro domestico e pertanto escluso dalla possibilità di ricorrere alla cassa integrazione guadagni in deroga Covid-19.

Quello che lei potrebbe fare, ma solo in via teorica, è diffidare il datore di lavoro a rispettare il contratto di lavoro sottoscritto (le otto ore al giorno): ma il destinatario della diffida avrebbe buon gioco – premesso che i genitori non possono rischiare che i propri figli vengano infettati dalla baby sitter, che può entrare in contatto con chiunque e che, in ogni caso potrebbe anche essere costretta a spostarsi con i mezzi pubblici per raggiungere il luogo di lavoro – a richiamare le disposizioni governative emanate per contrastare il diffondersi dell’epidemia e a licenziarla per giustificato motivo oggettivo. Conviene stringere i denti, mantenersi il posto di lavoro e i 300 euro che percepisce restando a casa, sperando che le cose volgano al meglio almeno nel prossimo mese di maggio.

16 Aprile 2020 · Tullio Solinas

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Modalità di pagamento della Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD) Covid-19
Il mio datore di lavoro ha inviato la richiesta di accesso alla cassa integrazione prevista dal Decreto Cura Italia: volevo sapere due cose, ovvero se l'approvazione o il diniego della domanda passerà sempre tramite il datore di lavoro e se per il pagamento verranno richieste le coordinate bancarie direttamente al dipendente. ...

Accesso Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD) causa Corona Virus
Il nostro datore di lavoro, titolare di una struttura alberghiera che ha sospeso l'attività dall'11/03 a causa di questo maledetto virus, ha richiesto l'accesso alla Cassa Integrazione che ci dovrebbe essere pagata direttamente dall'Inps in via eccezionale data la situazione di mancati incassi. Vorrei sapere a quanto ammonterà l'assegno e se, in caso di pagamento tardivo (per esempio a Maggio/Giugno) verranno versati anche gli arretrati. ...

Diritto alla cassa integrazione guadagni in deroga Covid19 e datore di lavoro che si è reso irreperibile ormai da tempo
A seguito dell'emergenza Covid, non ho ricevuto né stipendi arretrati, né nessuna comunicazione da parte del datore di lavoro. Non so quindi se lo stesso ha presentato domanda di cassa integrazione per i dipendenti. Al telefono non risponde, si è reso irreperibile e quindi vi chiedo, c'è qualche modo per cui io possa sapere se è stata presentata domanda di c.i. all'inps, oppure posso eventualmente richiederla io? Oppure a questo punto sarebbe meglio per me dare le dimissioni per giusta causa e prendere almeno la Naspi? Mi sono rivolto a un sindacato che mi ha detto che avrebbe mandato una ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Baby sitter e cassa integrazione guadagni in deroga – I datori di lavoro domestici non possono ricorrere alla CIGD