Azione revocatoria di atti dispositivi del debitore (donazioni) e variazione quantitativa del patrimonio del debitore che teoricamente non compromette la possibilità di riscossione del credito

Agenzia delle Entrate Riscossione (ADER) può procedere ad azione revocatoria di un atto dispositivo fatto da un suo debitore (quale ad esempio la donazione o compravendita), se quest’ultimo, dopo aver trasferito solo alcuni dei suoi beni immobili, ne possiede altri che valgono quanto il debito residuo che grava su di lui? (esempio oltre la prima casa ha anche dei terreni del valore corrispondente al debito residuo).

A fondamento dell’azione revocatoria ordinaria non è richiesta la totale compromissione della consistenza patrimoniale del debitore, ma soltanto il compimento di un atto che renda più incerto o difficile il soddisfacimento del credito, che può consistere anche in una variazione quantitativa del patrimonio del debitore (Cassazione sentenza 1896/2012).

9 Gennaio 2019 · Marzia Ciunfrini

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?