Azione di riduzione - Imputazione delle donazioni effettuate in vita dal de cuius

Per determinare se una quota di legittima sia stata lesa bisogna fare il calcolo dell'asse ereditario meno debiti al momento della successione più eventuali donazioni fatte in vita dal de cuius. Se nel calcolo sono già state inserite le donazioni eventualmente fatte in vita, l'imputazione come opera rispetto a questo?

Una donazione può anche essere stata effettuata in vita dal de cuius ad un terzo diverso da figli, discendenti dei figli e coniuge (gli unici soggetti tenuti alla collazione ex articolo 737 del codice civile).

Nel qual caso verranno imputati, come tutti beni confluiti nella massa ereditaria attraverso la collazione, e ai fini del calcolo della quota di legittima, secondo il valore che avevano al tempo dell'apertura della successione (per quel che attiene i beni immobili e mobili donati) o secondo il valore nominale (per quanto riguarda il denaro) (Corte di cassazione sentenza 24755/2015).

10 aprile 2019 · Ornella De Bellis

Altre discussioni simili nel forum

eredità e successione
riduzione e collazione eredità

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca