Ho ricevuto un avviso di rettifica e liquidazione dell’imposta di registro su una compravendita immobiliare – Come mi devo comportare?

Argomenti correlati:

Ho ricevuto un avviso di rettifica e liquidazione dell’imposta di registro su una compravendita immobiliare. Come mi devo comportare?

La legge offre diversi strumenti di contestazione a chi riceve un avviso di rettifica e liquidazione e ritiene l’accertamento non corretto. Se ci sono i presupposti, si può giungere anche all’annullamento totale o parziale dell’accertamento o alla rideterminazione del valore accertato. In ogni caso è necessario attivarsi entro 60 giorni dalla data in cui l’avviso è stato notificato.

Le strade che lei può intraprendere sono quelle di seguito indicate:

  1. presentare ricorso alla Commissione tributaria provinciale competente (cioè quella del capoluogo della provincia in cui ha sede l’ufficio che ha emesso l’atto). Se il valore dell’avviso non è superiore a 20.000 euro, il ricorso produce anche gli effetti di un reclamo e può contenere una proposta di mediazione. In tal modo, si avvia una fase amministrativa, della durata di 90 giorni, entro cui deve svolgersi e concludersi il procedimento finalizzato al riesame dell’atto impugnato e alla valutazione, da parte dell’amministrazione, dell’eventuale proposta di mediazione. Se non si raggiunge un accordo con l’ufficio, il giudizio prosegue dinanzi alla Commissione tributaria provinciale (CTP);
  2. presentare istanza di accertamento con adesione all’ufficio che ha emesso l’atto. In questo modo è possibile dialogare in contraddittorio con l’amministrazione, fornendo tutti gli elementi utili alla rideterminazione del valore accertato. L’istanza di accertamento con adesione sospende il termine per la presentazione del ricorso per un periodo di 90 giorni;
  3. presentare istanza di annullamento in autotutela all’ufficio che ha emesso l’atto. L’istanza non sospende i termini per la presentazione del ricorso. Pertanto, il contribuente può valutare di presentare l’istanza di accertamento con adesione o il ricorso qualora, prima dello scadere dei termini previsti per questi istituti, non sia pervenuta risposta favorevole all’istanza di annullamento in autotutela.

24 Aprile 2017 · Giorgio Valli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Avviso di liquidazione dell'imposta di registro - sanzioni
In seguito ad un contenzioso civile (io attore) mi è arrivato un l'avviso di liquidazione dell'imposta di registro di atti di giustizia. In pratica nel luglio 2004 ho depositato un esposto-querela nei confronti di una società che ha fornito/prodotto per la mia società, un prodotto che è risultato non conforme e che poi si è rivelata essere una ditta truffaldina sparita nel nulla. A giugno di quest'anno mi arriva questa comunicazione dall'agenzia delle entrate dove mi si richiede il pagamento dell'imposto di registro (credo) per atti emessi da autorità giudiziaria. Vorrei sapere: - è un semplice conteggio o sono le ...

Imposta di registro - l'accertamento in rettifica del valore dichiarato di un immobile deve essere adeguatamente motivato
In tema di imposta di registro è nullo l'avviso di accertamento, in rettifica del valore dell'immobile dichiarato dal contribuente, che non rende esplicito e manifesto l'iter logico giuridico seguito nella valutazione dei dati di fatto che l'ufficio assume di aver raccolto; ma che non sono stati indicati in quanto ciò non consente al contribuente di avere l'esatta cognizione dei presupposti di fatto dell'accertamento, così da poterlo verificare ed eventualmente contestare. In sostanza, l'avviso di accertamento deve contenere sia l'indicazione dei dati di fatto necessari alla determinazione del valore dell'immobile, sia l'esplicitazione dell'iter logico seguito in vista della sua rettifica. Questo ...

Avviso di liquidazione d'imposta per agevolazioni fiscali prima casa in seguito a vendita infraquinquennale
Oggi (14 giugno 2016) ho ricevuto un avviso di liquidazione dell'imposta, cioé la revoca dell'aliquota ridotta di cui ho beneficiato per l'acquisito di prima casa (aprile 2009) venduta entro lo scadere dei 5 anni, per poter concludere il mutuo e avere della liquidità per pagare dei debiti. Da questo avviso risulta circa euro 3000, imposta più sanzione amministrativa, che ho nei confronti dell'erario. Il debito non è altissimo, però ora sono senza lavoro e trovo complicato pagare la "multa". C'è qualche altro modo per affrontare la situazione? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Ho ricevuto un avviso di rettifica e liquidazione dell’imposta di registro su una compravendita immobiliare – Come mi devo comportare?