Avviso di accertamento IMU anno 2012 - Posso considerarlo prescritto?

Il giorno 12/01/2018 trovo nella buca una lettera semplice indirizzata agli eredi (senza i nomi) di mia suocera in cui chiedevano il pagamento dell'IMU su due case (unica lettera, indirizzi diversi) per l'anno 2012 (timbro sulla busta 03/01/2018). Posso considerarla come prescritta? O bisognerà pagare?

Tengo a precisare l'anno scorso è arrivata una raccomandata sempre intestata agli eredi di mia suocera e non è stato possibile ritirarla perché le poste hanno chiesto un'elenco fatto da un notaio con i nomi degli eredi, quest'anno invece l'hanno mandata in lettera semplice.

Nulla si può dire senza conoscere il contenuto della raccomandata notificata agli eredi l'anno scorso. Fareste bene a recarvi presso gli uffici di Agenzia delle Entrate Riscossione per prendere visione della copia dell'atto precedentemente notificato agli eredi.

Verosimilmente potrebbe trattarsi di un avviso bonario in relazione all'accertamento notificato agli eredi, nei termini di decadenza, lo scorso anno che precede, in caso di omesso pagamento, l'emissione di una cartella esattoriale.

15 gennaio 2018 · Giorgio Martini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

prescrizione e decadenza dei tributi locali - IUC TASI TARI TARES IMU TARSU TIA ICI

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Avviso di accertamento intestato a defunto » Nulla la notifica se avviene presso ultima residenza del de cuius ma non collettivamente a tutti gli eredi
E' nullo l'avviso d'accertamento non notificato collettivamente agli eredi presso l'ultima dimora del de cuius. L'atto tributario intestato al defunto non può essere direttamente notificato agli eredi che non hanno comunicato all'Agenzia delle Entrate le proprie generalità e il proprio domicilio fiscale. In difetto della comunicazione, l'avviso di accertamento e ...
Notifica cartella esattoriale: decesso debitore » Che succede in questo caso?
A chi effettuare la notifica della cartella esattoriale in caso di decesso del contribuente E' legittima la notifica della cartella esattoriale a casa del contribuente deceduto qualora gli eredi non si facciano trovare. Questo importante principio è stato stabilito dalla Corte di Cassazione la quale, con la pronuncia 17430/2013, ha ...
Sanzioni civili tributarie ed amministrative - trasmissibilità agli eredi
L'articolo 65, comma 1, del DPR 600/1973 (eredi del contribuente) recita gli eredi rispondono in solido delle obbligazioni tributarie il cui presupposto si è verificato anteriormente alla morte del dante causa. Ma, per fortuna l'articolo 8 del D.Lgs 472/1997, concernente "disposizioni generali in materia di sanzioni amministrative per le violazioni ...
Cartella esattoriale intestata a defunto » Eredi pagano debiti ma non sanzioni
Gli eredi pagano i debiti della cartella esattoriale intestata al defunto ma non le sanzioni amministrative A volte può succedere che, successivamente alla scomparsa di un proprio caro, i parenti ricevano un avviso di accertamento o una cartella esattoriale relative a debiti del defunto nei confronti dell'erario. A tal proposito ...
Imposte sui redditi e decadenza dell'avviso di accertamento - Nuove regole a partire dall'anno di imposta 2016
Per i periodi d'imposta a partire dal primo gennaio 2016, gli avvisi di accertamento potranno essere notificati, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione. Nei casi di omessa presentazione della dichiarazione o di presentazione di dichiarazione ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca