Avviso di accertamento dell'Agenzia delle entrate

Il 15 giugno 2015 mi è arrivato a mezzo posta raccomandata un avviso di accertamento dell'agenzia delle entrate inerente le imposte sul reddito delle persone fisiche dell'anno 2009.

In questo accertamento mi viene scritto che tramite un controllo fatto dalla direzione centrale accertamento dell'agenzia delle entrate relativo alla mia posizione fiscale del 2009, risulta che avrei percepito redditi imponibili ai fini Irpef per un importo totale di 25.018 euro, quindi dovrei pagare (calcolando le tasse più le sanzioni) 2.345,40 euro entro il 30 di luglio 2015.

Vorrei chiedere se questo accertamento ricade nei termini di prescrizione quindi risulterebbe nullo, dato che mi viene notificato solo ora (a giugno del 2015) mentre l'anno fiscale preso in esame è il 2009.

Sono stati superati i termini entro i quali potevano inviarmi questa notifica?

Nel caso fossero stati superati e quindi potrei richiederne la prescrizione, quali sarebbero le procedure da seguire?

Se la dichiarazione dei redditi 2010, relativa all'anno di imposta 2009 è stata omessa, l'Agenzia delle entrate può procedere d'ufficio con attività di controllo sostanziali per l'accertamento di un proprio credito.

In tale ipotesi l'atto esecutivo va notificato entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui l'imposta, la tassa o il contributo andavano versati. In pratica gli anni soggetti al recupero del credito sono, in questo caso, sei, se si comprende anche l'anno in cui il versamento andata effettuato.

Se questo è il suo caso, il termine per notificare l'avviso di accertamento scade il 31 dicembre 2015.

Se, invece, la dichiarazione dei redditi per l'anno di imposta 2009 è stata presentata regolarmente, allora, per eccepire la decadenza dell'Agenzia delle entrate dal potere di pretendere il credito azionato, deve presentare ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale competente per territorio.

2 luglio 2015 · Annapaola Ferri

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

avviso di accertamento
prescrizione tributi

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Provvedimenti fiscali - Rateazione con Agenzia delle Entrate e riduzione aggio per Equitalia
Nell'ambito delle deleghe fiscali conferite al governo dalla legge 23/14, sono stati approvati, con il decreto 83/15, numerosi ed importanti provvedimenti in materia di accertamento con adesione, accertamento esecutivo, rateazione ed aggio per il concessionario della riscossione. Rateazione con l'Agenzia delle entrate Per quanto attiene i piani di rientro rateali ...
Legittimi ed efficaci gli avvisi di accertamento sottoscritti dai funzionari dell'Agenzia delle entrate cui è stato conferito l'incarico dirigenziale senza concorso pubblico
La Corte di cassazione mette la parola fine alla vicenda degli avvisi di accertamento fiscali sottoscritti dai funzionari dell'Agenzia delle entrate, cui era stato conferito un incarico dirigenziale senza concorso pubblico. I contribuenti che hanno fatto ricorso, chiedendo l'annullamento delle cartelle esattoriali originate da quegli avvisi di accertamento, dovranno pagare ...
Agenzia delle Entrate » Per i rimborsi fiscali i contribuenti sono invitati a fornire l'IBAN
I contribuenti interessati a ricevere i rimborsi fiscali da parte dell'Agenzia delle Entrate e in particolare i contribuenti che nel 2014 non hanno più un proprio sostituto di imposta sono stati invitati dalla massima autorità fiscale a fornire le proprie coordinate bancarie al fine di ricevere l'accredito di quanto dovuto ...
Avviso di accertamento intestato a defunto » Nulla la notifica se avviene presso ultima residenza del de cuius ma non collettivamente a tutti gli eredi
E' nullo l'avviso d'accertamento non notificato collettivamente agli eredi presso l'ultima dimora del de cuius. L'atto tributario intestato al defunto non può essere direttamente notificato agli eredi che non hanno comunicato all'Agenzia delle Entrate le proprie generalità e il proprio domicilio fiscale. In difetto della comunicazione, l'avviso di accertamento e ...
Accertamento fiscale » Occhio ai consumi di energia: l'Agenzia delle Entrate può servirsene
Accertamento fiscale: i consumi di energia in soccorso dell'Agenzia delle Entrate. Il fisco può ricorrere alle cosiddette presunzioni supersemplici per accertare l'esistenza di ricavi superiori a quelli contabilizzati dal contribuente. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 20897/14. Non è illegittimo presumere maggiori ricavi non dichiarati ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca