Atto motivato di accertamento per omessa dichiarazione Tia

Mi sono state inviate 3 raccomandate con richiesta di pagamento TIa 2005/2006 e 2007 con indicazione di superfice aumentata per l'inserimento del garage nel calcolo della stessa.

La TIA 2005 non è prescritta?

notificato non riporta il responsabile del procedimento; è corretto o è una mancanza formale che inficia la notifica?

Possono richiedere il pagamento della TIA sul garage adibito al solo ricovero dell'auto?

Grazie

Gli enti locali devono notificare al contribuente, anche a mezzo posta con raccomandata con avviso di ricevimento, un apposito avviso motivato - a pena di decadenza - entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui la dichiarazione o il versamento sono stati o avrebbero dovuto essere effettuati.

Entro gli stessi termini devono essere contestate o irrogate le sanzioni amministrative tributarie previste dalla legge (si veda il d.lgs.472/97).

Nel caso in cui ci sia stata omessa dichiarazione, i termini si prolungano di un anno.

Per l'anno 2005, in caso di pagamento insufficiente o omesso, a fronte di dichiarazione di avvio TIA (denuncia di locali ed aree tassabili) esistente, il diritto dell'ente che gestisce lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani si prescrive al 31 dicembre 2010.

In assenza di dichiarazione, i termini si prorogano di un anno. Per il 2005, quindi, al 31 dicembre 2011.

L'indicazione del responsabile del procedimento è obbligatorio per i ruoli consegnati all'agente per la riscossione successivamente al 1° giugno 2008. Parliamo dunque di cartelle esattoriali e non di avvisi di accertamento.

Credo che possano richiedere la TIA (Tassa Igiene Ambientale) sul garage adibito al solo ricovero dell'auto. L'auto è inquinante per l'ambiente, specie quando sta ferma e poi riparte o quando la si parcheggia.

13 settembre 2011 · Simone di Saintjust

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Verbale di multa - L'omessa indicazione dei termini di impugnazione e della giurisdizione competente non inficia la validità dell'atto, ma consente la riammissione in termini per il ricorso
In materia di sanzioni amministrative per violazioni al codice della strada, la proposizione di tempestiva e rituale opposizione sana la nullità della notifica del processo verbale di accertamento per raggiungimento dello scopo. Infatti, la proposizione tempestiva e rituale dell'opposizione presuppone che il verbale sia comunque pervenuto nella sua veste cartacea ...
Agevolazioni fiscali prima casa » La superficie del garage non conta per l'individuazione dell'immobile di lusso
Agevolazioni fiscali prima casa: per stabilire se un immobile è di lusso o meno, non va conteggiata la superficie del box auto. La superficie del garage non va considerata per calcolare la metratura della casa di lusso. Questo, in estrema sintesi, l'orientamento espresso dalla Commissione Tributaria Regionale (Ctr) della Lombardia ...
E' di 30 giorni dalla data di notifica della cartella esattoriale il termine per eccepire l'omessa notifica del verbale di accertamento di infrazione al Codice della strada
In relazione alla cartella esattoriale o all'avviso di mora emessi per riscuotere sanzioni amministrative pecuniarie sono possibili le seguenti azioni: l'opposizione all'esecuzione ex articolo 615 del codice di procedura civile, allorquando si contesti la legittimità della iscrizione al ruolo per la mancanza di un titolo legittimante l'iscrizione stessa (nel caso ...
Cartella esattoriale » Deve essere annullata se l'Agenzia delle Entrate non comunica l'esito del controllo formale
Deve essere annullata la cartella esattoriale inviata al contribuente se l'Agenzia delle Entrate non ha comunicato preventivamente il conseguimento del controllo formale. Stop al Fisco che procede alla liquidazione automatica e consente la notifica della cartella esattoriale che non sia stata preceduta dalla comunicazione circa l'esito del controllo formale sulla ...
Dichiarazione IVA omessa o infedele - Quando non è punibile
La Corte costituzionale, con sentenza 80/14 ha dichiarato, l'illegittimità costituzionale della norma che, con riferimento ai fatti commessi sino al 17 settembre 2011, punisce l'omesso versamento dell'imposta sul valore aggiunto, dovuta in base alla relativa dichiarazione annuale, per importi non superiori, per ciascun periodo di imposta, ad Euro 103 mila. ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca