Attività con debiti e subentro di soci nella compagine sociale

Se un'attività sociale contrae debiti con INPS, IRPEF, IVA e Tassa Smaltimento rifiuti e il socio vende le proprie quote ad un'altra persona prima che Equitalia inizi la procedura del pignoramento dei beni, il nuovo socio sarà esposto alle conseguenze di tali debiti o non lo riguarderanno?

Il codice civile (articolo 2269) dispone che chi entra a far parte di una società già costituita risponde con gli altri soci per le obbligazioni sociali anteriori all'acquisto della qualità di socio.

In caso di uscita dalla società da parte di un socio (articolo 2290 codice civile) lo stesso resta responsabile verso i terzi per le obbligazioni assunte fino al giorno in cui si verifica la sua uscita dalla compagine sociale.

Insomma il socio entrante e quello uscente sono solidalmente responsabili (pro quota o illimitatamente, dipende dal tipo di società) per i debiti accumulati dalla società fino al giorno in cui avviene l'avvicendamento nella compagine sociale.

Il problema non si pone per quanto riguarda le ditte individuali, il cui titolare risponde personalmente dei debiti accumulati durante l'attività. Il trasferimento di proprietà può riguardare una licenza o un bene funzionale all'esercizio, ma non la ditta.

3 novembre 2015 · Ornella De Bellis

Altre discussioni simili nel forum

debiti ed impresa
responsabilità patrimoniale dei soci e degli amministratori

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca