Assicurazione vita previdenziale

Ai fini di tutela del patrimonio mobiliare da un eventuale atto di pignoramento da parte della Banca per mutuo non pagato, vorrei sapere come si distingue/riconosce una Assicurazione vita previdenziale da una a scopo di risparmio, quindi quali sono le caratteristiche che le differenziano.

La distinzione tra finalità di previdenza e di risparmio non è agevole; infatti nell’attuale contesto economico la finalità previdenziale è raggiunta in molti casi attraverso l’utilizzo di contratti di capitalizzazione.

Gli attuali sistemi di previdenza e il ruolo che svolgono i fondi pensioni comportano proprio l’utilizzo di strumenti di capitalizzazione finanziaria per conseguire finalità previdenziali.

La giurisprudenza consolidata ritiene un eventuale atto di riscatto sufficiente a fare prevalere la natura di capitalizzazione del contratto di assicurazione. Per converso la mera previsione della facoltà di riscatto, non è da sola idonea a potere qualificare il contratto stesso come rientrante fra quelli a capitalizzazione e sottrarlo così alla disciplina restrittiva dell’art. 1923 c.c.

In sostanza, l’unica soluzione per evitare il pignoramento delle somme corrisposte dall’assicuratore nel contesto di di cui si discute, è quella portare la polizza di assicurazione vita a naturale scadenza.

26 Novembre 2011 · Marzia Ciunfrini

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Pignoramento polizza vita unit linked - Si tratta di prodotto speculativo e quindi pignorabile o previdenziale?
Vorrei sapere se le polizze vita unit linked sono pignorabili. ...

Morte cointestatario mutuo e assicurazione vita - Può la banca richiede ancora il pagamento delle rate?
Mio marito è venuto a mancare da qualche mese: eravamo cointestatari di un mutuo ipotecario al 50% con annessa assicurazione vita per entrambi. Le clausole della polizza prevedono che, in caso di morte di uno dei cointestatari, l'assicurazione risarcisca per intero la parte del cointestatario deceduto. Dunque io avrei dovuto corrispondere esclusivamente il 50% del debito iniziale. La questione è che però io sto continuando a pagare per intero la rata del mutuo da ben due mesi. Ho chiesto spiegazione alla banca e mi hanno risposto che per la liquidazione della polizza da parte dell'agenzia assicurativa ci vuole un po' ...

Dichiarazione dei redditi – deducibilità assicurazione vita ex coniuge
Ad avviso della Corte di Cassazione i premi pagati per assicurazione vita a favore dell'ex coniuge non sono deducibili da parte dell'erogante: "invero tali statuizioni attengono al diverso settore civilistico dei rapporti tra coniugi, e non possono rilevare ai fini fiscali, non essendo consentita un'interpretazione analogica della disciplina di favore in siffatta materia. Infatti essa non può applicarsi nemmeno laddove si tratti di corresponsione di tale assegno in unica soluzione, e quindi a maggior ragione nella fattispecie in esame, in cui il premio non viene corrisposto al coniuge, ma ad un terzo (la compagnia o istituto d'assicurazione), ed inoltre il ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Assicurazione vita previdenziale