Assegno non pagato anche se il conto corrente presentava un saldo disponibile sufficiente


Ho versato un assegno che è poi risultato impagato per fondi insufficienti o mancanti. Però il saldo disponibile e il saldo contabile sul conto di colui che ha emesso l’assegno era ed è superiore all’importo dell’assegno. Perché non è stato pagato? La banca può risponderne?

Se la banca certifica sull’assegno la mancanza di copertura è assai difficile che sul conto corrente ci sia stata la disponibilità sufficiente. Anche perchè, in tale evenienza, il debitore deve provvedere al pagamento tardivo (entro 60 giorni) dell’importo facciale (gravato da penalità ed interessi) se non vuole incorrere nella segnalazione in CAI con contestuale revoca di sistema (impossibilità ad emettere assegni per ulteriori sei mesi).

La banca si esporrebbe a gravi conseguenze per il risarcimento danni in caso di errore. Che, comunque, va dimostrato.

8 Aprile 2015 · Simonetta Folliero



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Assegno non pagato anche se il conto corrente presentava un saldo disponibile sufficiente