Assegno non accreditato perchè avevo rate scadute di un precedente finanziamento – Sono stato costretto a saldare due di quelle rate

La scorsa settimana sono andato a cambiare l’assegno dello stipendio nella mia banca e non me lo hanno cambiato dicendo che avevo delle rate non pagate di un vecchio finanziamento. Ho provveduto a pagare due di quelle rate. La domanda è: potevano farlo? Legalmente avevo diritto ad avere i miei soldi?

La banca ha praticamente imposto una compensazione (anche se parziale) fra l’importo accreditato e l’insoluto relativo ad un finanziamento che si suppone essere stato erogato dalla banca stessa.

Ora, il codice civile precisa, nell’ipotesi di più conti correnti intrattenuti da banca e cliente, che i saldi attivi e passivi possono compensarsi reciprocamente, salvo patto contrario. Ma nulla prevede, esplicitamente, circa la possibilità di compensare il saldo attivo di un rapporto di conto corrente con le rate insolute di un finanziamento relativo ad un prestito dalla banca stessa erogato.

Tuttavia, le condizioni generali di contratto di conto corrente, in cui viene disciplinato il funzionamento del meccanismo compensativo nei rapporti tra banca e cliente (Circolare ABI, serie Legale, n. 37, 2 novembre 2001, articolo 11) dispongono che, quando la banca ha un credito verso il cliente che sia determinato (liquido) e scaduto (esigibile) e, nel tempo stesso, sul conto corrente (o altro deposito) che il cliente ha aperto presso la stessa banca (qualunque sia l’agenzia, la filiale o la dipendenza) c’è disponibilità, è consentito alla banca di soddisfarsi da sola incamerando le somme che le sono dovute. In tal modo il credito della banca si estingue, in tutto o in parte.

I crediti liquidi ed esigibili oggetto di compensazione possono essere originati da finanziamenti sotto qualsiasi forma concessi, aperture di credito, aperture dì crediti documentari, ecc..

Il diritto su cui si fonda la facoltà di compensazione coattiva esercitata dalla banca sono il diritto di pegno e il diritto di ritenzione di cui all’art. 2794 del codice civile.

17 Aprile 2015 · Simonetta Folliero

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Cambializzazione di precedente finanziamento e rate che non riesco più a pagare - Cosa succede se non pago le cambiali?
Mi trovo in una situazione a dir poco disastrosa: ho diversi finanziamenti insoluti con alcune società (sono un paio di anni che non pago più le rate) e con una di esse ho fatto l'errore di cambializzare il debito. La mia domanda è la seguente: se smettessi di pagare le cambiali (ne ho pagate già 12) a cosa vado incontro? Si consideri che sulla mia busta paga ho la cessione del quinto più il prestito con delega al massimo delle trattenute e che il mio conto corrente, cointestato, è perennemente in rosso (fido bancario). Altra domanda è la seguente: cosa ...

Avevo un fermo amministrativo a mia insaputa e sono stato anche fermato per controlli senza conseguenza alcuna - Come è possibile?
Sono andato a informarmi sul costo di un passaggio e ho scoperto ieri di avere un fermo sulla mia auto per delle multe non pagate del 2012, periodo in cui non ero in italia. Iscrizione del 26/08/2014 R.P. XXXXXXXXX Atto ATTO AMMINISTRATIVO del 04/08/2014 Importo a concorrenza 1.410,38 Causale PROVVEDIMENTO DI FERMO AMMINISTRATIVO Attore SORIT SOCIETA SERVIZI E RISCOSSIONI La cosa strana è che in questo tempo ho circolato tranquillamente, e sono pure stato fermato da polizia e carabinieri, ma nessuno mi ha mai rilevato questo fermo. La mia domanda è: come è possibile? Ed inoltre se il fermo può ...

Garante di un finanziamento al mio ex compagno per acquisto motociclo - Una società di recupero crediti mi chiede di saldare il debito
Nel 2013 il mio ex compagno ha effettuato l'acquisto, tramite finanziamento, di un motociclo: avendo una busta paga e lavoro a tempo indeterminato, ho fatto da garante per il finanziamento. Successivamente ci siamo separati e lui mi ha assicurato che avrebbe provveduto ai successivi pagamenti. Ho scoperto due giorni fa che non è stato così. La cifra residua, di circa 750 euro è " lievitata" a 1100 euro. Questo mi è stato comunicato telefonicamente dall'agenzia di riscossione crediti che ha ora in carico la mia pratica. Sono stata terrorizzata e spinta al pagamento della somma con l'affermazione che ero protestata ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Assegno non accreditato perchè avevo rate scadute di un precedente finanziamento – Sono stato costretto a saldare due di quelle rate