Assegno di mantenimento figlio - Come fare per chiederne l'accredito direttamente al datore di lavoro?

Sono separata consensualmente da quasi tre anni: lui vive al nord io con mio figlio ci siamo trasferiti al sud dove ho intrapreso una nuova convivenza; Lui deve a nostro figlio 300 euro al mese, ma nel mese scorso di giugno e luglio non mi ha corrisposto l'assegno perché si è giustificato che essendo il minore con lui ha provveduto lui alle sue necessità. Premetto che durante l'anno il bambino è sempre con me quindi non esistono week end alternati e visite periodiche. Mi occupo tutto io anche per le spese extra della scuola e medicina senza chiedere nulla, perché in passato mi ha sempre risposto che 300 sono più che sufficienti anche per questo extra.Vorrei prima che arrivi l'estate e mi decurti ancora 600 euro farmi accreditate direttamente dalla sua azienda il mantenimento per il figlio.

L'articolo 156 del codice civile stabilisce che, in caso di inadempienza, su richiesta dell'avente diritto, il giudice può ordinare ai terzi, tenuti a corrispondere anche periodicamente somme di danaro all'obbligato, che una parte di esse venga versata direttamente agli aventi diritto.

Può, quindi, recarsi direttamente nella cancelleria del Tribunale territorialmente competente per presentare istanza affinchè il giudice ordini al datore di lavoro di trasferire l'importo corrispondente all'assegno di mantenimento dallo stipendio del coniuge obbligato, e inadempiente, direttamente al coniuge beneficiario, in quanto affidatario del minore.

17 dicembre 2018 · Marzia Ciunfrini

Altre discussioni simili nel forum

assegno di mantenimento o divorzile per coniuge e figli
assegno mantenimento - versamento diretto

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca