Incasso di un assegno derivante dalla vendita di un immobile che avrebbe dovuto cadere in successione e invece si è volatilizzato

Nel 2016 mio marito, mio suocero e mia cognata hanno venduto un’immobile ereditato da mia suocera percependo rispettivamente 44 mila, 88 mila e 44 mila euro. Alla morte di mio suocero l’assegno di 88 mila euro non é risultato mai transitato sul conto corrente oggetto di successione ma probabilmente é stato depositato su un conto corrente intestato alla seconda moglie. E’ tutto regolare. O si può fare qualche cosa?

Un assegno di 88 mila euro non può essere girato, in quanto non trasferibile: ergo, il suocero deteneva sicuramente un altro conto corrente non noto ai propri eredi, magari cointestato con il (secondo) coniuge.

Qualora si riuscisse a dimostrare che l’assegno intestato al suocero, frutto dell’eredità lasciata dalla prima moglie, sia stato trasferito sul conto corrente della seconda moglie (dopo averlo incassato sul proprio conto corrente) suo marito e sua cognata potrebbero avviare azione giudiziale di riduzione ad un terzo della donazione fatta in vita dal defunto alla seconda moglie, e si recupererebbero, così, 2/3 (circa 58 mila euro) del malloppo, che andrebbe ripartito fra i due figli del de cuius.

Ma per scovare dove siano finiti gli 88 mila euro, occorrerebbe affidarsi ad una agenzia di investigazioni privata.

7 Maggio 2019 · Lilla De Angelis

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Iscrizione nella Centrale di Allarme Interbancaria (CAI) perchè ho lasciato in giro un assegno che il beneficiario, come da accordi, non avrebbe dovuto portare all'incasso
Un assegno per il quale era stato versato un acconto con bonifico e il saldo da versare successivamente in quanto il conto era stato chiuso, viene ugualmente messo all'incasso. Quindi vengo iscritto in CAI per 2 anni con multa. L'azienda non ha mantenuto fede ai patti ma per la legge è un problema mio. C'è qualcosa da fare o sono destinato a chiudere l'attività? ...

Figlio debitore e problema successione immobile tra eredi - Come faccio a salvarlo dalla morsa dei creditori?
Ho settantasette anni e sto seriamente incominciando a pensare a quando non ci sarò più: ho due figli (maschio e femmina) e una villa di famiglia dove ormai risiedo solo io, dopo che mia moglie è venuta a mancare. Mio figlio, il maschio, che per esigenze personali risulta nullatenente, deve un sacco di soldi ad ex fornitori, per un'impresa andata male. Ora io vorrei lasciare la casa ad entrambi, ma vorrei evitare che la metà venga poi espropriata dai creditori a causa dei debiti di mio figlio. Vorrei sapere, in questo caso, come dovrei muovermi. E' più conveniente che, una ...

Legittimaria esclusa dall'eredità dopo donazione simulata da vendita fatta in vita dal defunto
Mio padre aveva delle piccole proprietà in immobili: noi siamo due sorelle e poi c'è mia madre, io sono separata e vivo per conto mio, mentre mia sorella non è sposata e vive con loro; papà è venuto a mancare a febbraio 2018 ed ho saputo da terze persone che hanno fatto compravendita a mia sorella (che peraltro è disoccupata), il tutto alle mie spalle. Come è possibile che io sia stata esclusa in questo modo? Posso intervenire e come? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Incasso di un assegno derivante dalla vendita di un immobile che avrebbe dovuto cadere in successione e invece si è volatilizzato