Articolo 335 del codice di procedura penale – Il registro delle notizie di reato

Avevo il dubbio se vi fossero, o meno, nei miei confronti, indagini in corso da parte della Procura: seguendo il consiglio del mio avvocato, mi sono recato presso lo sportello della Procura competente per il mio territorio di residenza. Lì ho compilato il modulo per avere il resoconto su eventuali indagini nei miei confronti.

Si tratta del modulo chiamato dai legali brevemente il “335”, dal numero dell’articolo del codice di procedure penale che introduce la procedura.

Dopo 15 giorni ho ritirato dallo sportello la risposta, in cui viene riportato che NON RISULTANO ISCRIZIONI SUSCETTIBILI DI COMUNICAZIONI alla data di richiesta.

Mi pare di capire, leggendo tale frase, che non vi sono in corso indagini nei miei confronti: tuttavia vi chiedo quanto e’ “ampia” questa frase?
Che cosa intende la Procura con il termine “suscettibile”?

Possono cioè esserci iscrizioni, ma dato che non sono suscettibili di comunicazione, non mi vengono resocontate?

Il pubblico ministero iscrive immediatamente, nell’apposito registro custodito presso l’ufficio, ogni notizia di reato che gli perviene o che ha acquisito di propria iniziativa nonché, contestualmente o dal momento in cui risulta, il nome della persona alla quale il reato stesso è attribuito.

Tuttavia, se sussistono specifiche esigenze attinenti all’attività di indagine, il pubblico ministero, nel decidere sulla richiesta presentata dalla persona alla quale il reato è attribuito (o dal suo difensore), può disporre, con decreto motivato, il segreto sulle iscrizioni per un periodo non superiore a tre mesi e non rinnovabile.

E’ questo il senso generale del termine NON RISULTANO ISCRIZIONI SUSCETTIBILI DI COMUNICAZIONI alla data di richiesta. In pratica, vuol dire che nel registro delle notizie di reato, alla data della richiesta non vi sono iscrizioni a carico del richiedente oppure se vi sono, risultano oscurate (non sono suscettibili di comunicazione) in virtù del segreto istruttorio imposto dal Pubblico Ministero.

19 Marzo 2019 · Marzia Ciunfrini

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Chiusura anticipata della procedura esecutiva - Articolo 164 bis del codice di procedura civile
Leggendo la norma di cui all'articolo 164 bis DL numero 132 del 12 settembre 2014 convertito in legge numero 162 del 10 novembre 2014 si evince che una procedura esecutiva può essere chiusa prima ove ne ricorrano le condizioni. Tuttavia tale norma sembra essere inutile poiché si applicherà per tutti i procedimenti successivi alla sua approvazione e quindi la ratio della stessa, ovvero di liberare i tribunali da vecchie procedure esecutive, è totalmente caduta nel vuoto. Per un procedimento che mi riguarda, iniziato nel 2009, non è quindi applicabile oppure potrei applicarla alla singola udienza, con la relativa decisione sui ...

Violazione Articolo 614 del codice penale
In un paese vi è una strada lunga 200 metri circa che termina su di un fondo agricolo diramazione di una strada comunale con parcheggi a pagamento (strisce blù), ai lati della suddetta traversa vi sono 3 condomini ognuno composto da almeno 3 grandi palazzoni. Ebbene all'ingresso della stessa sono stati posti dei cartelli con indicazioni tipo: Strada Privata - Sosta consentita ai soli condomini autorizzati" e un'altro "Gli inadempienti saranno denunciati a norma di Legge Art. 614 C.P.". La mia domanda è questa: è possibile apporre tali avvisi e soprattutto minacciare eventuali sanzioni a persone che per semplici esigenze ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Articolo 335 del codice di procedura penale – Il registro delle notizie di reato