Anno scolastico quasi al via - Come riuscire a risparmiare nonostante i numerosi rincari?

Tra poco mio figlio inizierà la prima elementare, e dovrò acquistare tutto il corredo necessario per fargli iniziare l'anno scolastico senza problemi: ho notato, però, che i prezzi per il materiale didattico sono aumentati a dismisura.

Come riuscire a risparmiare tra i tanti rincari?

Come ogni anno, a settembre, si avvicina la riapertura delle scuole, che comporta tempi di nuove spese per le famiglie italiane: infatti, tra cartelle, zaini, astucci, diari, quaderni e libri, i costi da effettuare continuano a crescere.

Secondo recenti ricerche, sul corredo scolastico i prezzi al dettaglio registrano un incremento medio del 2,5% rispetto al 2018.

Le marche più richieste dai giovani - legate a squadre di calcio, cartoni animati, personaggi televisivi o bambole - hanno ritoccato al rialzo i listini.

Uno zaino di marca può costare fino a 140 euro, un astuccio griffato e attrezzato (con penna, matita, gomma e pennarelli) può arrivare a 40 euro. Incide anche il diario, che supera i 20 euro.

Le famiglie sborseranno all'incirca, per ogni studente, 533 euro per l'anno scolastico che sta per iniziare.

E non finisce qui, perché a questa somma vanno aggiunti i libri di testo, altra voce che incide, e non poco, sui portafogli degli italiani.

Rialzi anche su dizionari e testi scolastici, per una spesa complessiva che, tra corredo e libri, può raggiungere i 1.130 euro a studente.

In quest'ottica, dunque, va evidenziato che anche presso gli ipermercati è possibile acquistare libri scolastici, risparmiando rispetto alla cartolibreria.

Si può arrivare fino al 25 per cento del prezzo di copertina, ma in buoni spesa e se si ha la tessera del supermercato.

Alcune catene danno quello sconto solo se la prenotazione avviene on line, altrimenti presso il punto vendita lo sconto scende al 20 per cento, sempre in buoni sconto.

Il ribasso scende al 15 se non è in buoni acquisto.

Inoltre, acquistare i libri on line può convenire rispetto alla libreria tradizionale, anche fino al 15 per cento sul prezzo di copertina. Usato.

Preferibile acquistarli direttamente da altri studenti: si risparmia fino al 50 per cento del prezzo di copertina.

Altrimenti li trovate nelle bancarelle e in alcune librerie.

Un suggerimento aggiuntivo riguarda le “nuove edizioni“.

I genitori soprattutto dovrebbero verificare, prima dell'acquisto, se l'edizione “nuova” è realmente tale.

Per quanto riguarda il corredo scolastico, invece, non inseguite la moda del momento.

Insegnate ai ragazzi a non non farsi condizionare dalla pubblicità.

Non seguendo le mode, per il corredo potreste spendere il 40% in meno, acquistando prodotti di identica qualità.

Basta non comperare gli articoli legati ai personaggi dei cartoni animati, rinunciare allo zaino dei beniamini o all'astuccio visto in tv.

Provate a renderli liberi dal mercato pubblicitario o cercate, almeno, un compromesso.

Inoltre, negli ipermercati si può arrivare a risparmiare fino al 30% rispetto al corredo acquistato in cartolibreria se la catena decide di usare i prodotti scolastici come prodotti civetta, ossia vendendoli a prezzi stracciati o sottocosto, per attirarvi da loro, contando sul fatto che poi acquisterete anche tutto il resto, non scontato.

Approfittatene, quindi, ma acquistate solo i prodotti realmente in offerta!

Poi cambiate negozio.

Il rischio dei grandi punti vendita, poi, è di acquistare anche quello che non vi serve, vanificando il risparmio.

Andate, quindi, con la lista dettagliata della spesa fatta razionalmente a casa e obbligatevi a rispettarla.

Se, infatti, comperate decidendo quello che vi serve mentre osservate i prodotti esposti sugli scaffali e girate tra le corsie, sarete in balia del centro commerciale.

Negli ipermercati, comunque, è difficile avere consigli sulla bontà della merce: per i prodotti più tecnici, quindi, può essere un problema.

Successivamente, non fatevi prendere dall'ansia del tutto e subito.

Non è obbligatorio acquistare subito tutto quello che servirà durante l'intero anno scolastico.

Le scorte di quaderni e penne si possono fare se sono in offerta, altrimenti meglio rinviare l'acquisto. Aspettando, si può anche risparmiare.

Per le cose più tecniche (compasso, dizionari…), è bene aspettare i suggerimenti dei professori.

Eviterete, in tal modo, acquisti inutili o, peggio ancora, sbagliati.

I Kit a prezzo fisso possono convenire.

Confrontate comunque i prezzi dei singoli articoli e controllate la qualità del prodotto, specie per lo zaino ed il trolley (per la schiena è preferibile il trolley, salvo ci siano troppe scale da fare all'interno della scuola ed il trolley non abbia spallacci a scomparsa).

Meglio se queste offerte promozionali sono frutto di un accordo con le associazioni di consumatori, che fanno da garante.

2 settembre 2019 · Giovanni Napoletano

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Altre discussioni simili nel forum

tutela consumatore - acquisti online e in negozio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca