Aiuto Omessa dichiarazione

Nell’anno 2011 viene notificato da parte dell’agenzia delle entrate un accertamento per mancata presentazione della dichiarazione dell’anno 2006 che il commercialista, a nostra insaputa, aveva omesso di presentare.

Comunichiamo tempestivamente la cosa al commercialista e lui prende immediatamente in carico la faccenda per una risoluzione immediata, facendoci credere, di lì a poco, che aveva raggiunto un accordo con l’agenzia delle entrate con un rateizzo dell’importo dovuto. Iniziamo a pagare gli importi rateizzati.

Dopo qualche mese, arriva una nuova comunicazione da parte dell’agenzia delle entrate nella quale si richiedeva la sospensione delle rate perché emerge che la richiesta di rateizzo non era stata concessa. Il commercialista viene messo al corrente anche di questa comunicazione e ci rassicura di tenere tutto sotto controllo. Il 28 dicembre 2011 ci giunge la cartella esattoriale. Il commercialista ci rassicura che avrebbe presentato degli sgravi. Dopo dovuti controlli, ci siamo accorti che si trattava di certificati falsi.

Dopo aver denunciato il commercialista, ci siamo rivolti all’agenzia delle entrate che, pur riconoscendo la truffa, non possiede strumenti della legislazione perché non conosce precedenti in merito e, dichiarando tutta la disponibilità a risolvere il caso, ci ha chiesto di fornire elementi riguardanti cause precedenti similari che possano essere utilizzati anche nel caso specifico per riaprire i termini dell’accertamento e ricalcolare il nostro debito.

Nel caso in cui la violazione è dovuta alla condotta illecita di un professionista iscritto negli appositi albi professionali (nei casi previsti dall’articolo 1, comma 1, della legge 11 ottobre 1995, n. 423), il contribuente truffato può chiedere la sospensione delle sanzioni amministrative irrogate per omesso, tardivo o insufficiente versamento di tributi.

Il debito resta quello che è, con gli interessi legali che poi non sono eccessivi, anche se non equivalenti a quelli corrisposti dalle banche per i depositi in conto corrente.

Spero che, nel frattempo, abbiate finalmente preso la decisione di rivolgervi ad un altro commercialista.

17 Giugno 2012 · Annapaola Ferri

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

[risposta] Aiuto Omessa dichiarazione
Nel caso in cui la violazione è dovuta alla condotta illecita di un professionista iscritto negli appositi albi professionali (nei casi previsti dall'articolo 1, comma 1, della legge 11 ottobre 1995, n. 423), il contribuente truffato può chiedere la sospensione delle sanzioni amministrative irrogate per omesso, tardivo o insufficiente versamento di tributi. Il debito resta quello che è, con gli interessi legali che poi non sono eccessivi, anche se non equivalenti a quelli corrisposti dalle banche per i depositi in conto corrente. Spero che, nel frattempo, abbiate finalmente preso la decisione di rivolgervi ad un altro commercialista. ...

Presentazione di una dichiarazione dei redditi dopo 90 giorni dalla scadenza del termine ordinario (dichiarazione omessa) - Quali sanzioni?
Mio figlio l'anno scorso non ha presentato la dichiarazione dei redditi da lavoro dipendente (modello 730). Purtroppo ho visto nel sito dell'Agenzia delle Entrate che tale dichiarazione precompilata non è più modificabile. In tale dichiarazione risulta a debito Irpef di circa 1100 euro, mentre nella realtà, facendo i calcoli, risulta a credito di circa 400 euro, questo perchè nel modello precompilato non viene indicato il numero dei giorni in cui ha lavorato, e di conseguenza, non sono state fatte le ritenute da lavoro dipendente spettanti. Mi sono recata all'Agenzia delle entrate per chiedere come si può sanare la situazione, e ...

Cartella esattoriale Equitalia,sanzioni per mancata dichiarazione già saldata
Nel 2011 mi viene notificata una mancata dichiarazione dei redditi del 2005 dall'agenzia delle Entrate, non sapevo al tempo di doverla fare quindi mi sono preoccupato di saldare il debito che mi veniva segnalato compresi gli oneri e gli interessi come indicato nella cartella mandatami dall'Agenzia delle Entrate. Ora mi è arrivata una cartella esattoriale da Equitalia che mi chiede di pagare il corrispettivo già pagato a ottobre 2011 con ulteriori interessi. Come mi devo comportare? Ho la ricevuta del mod. F24 con l'avvenuto pagamento e tutti i conteggi fatti dalla stessa Agenzia delle Entrate. Grazie ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Aiuto Omessa dichiarazione