Coronavirus e agevolazioni fiscali prima casa – Se non sei riuscito a vendere l’immobile il bonus non si perde

Vorrei sapere se il contribuente che ha acquistato un appartamento con le agevolazioni “prima casa” a maggio 2019, senza però riuscire a vendere entro l’anno l’altro immobile di sua proprietà, anch’esso comprato usufruendo degli stessi benefici, a causa delle restrizioni imposte per fronteggiare l’epidemia da Covid-19, perde comunque il bonus fiscale.

Potete aiutarmi?

Il contribuente che ha acquistato un appartamento con le agevolazioni “prima casa” a maggio 2019, senza però riuscire a vendere entro l’anno l’altro immobile di sua proprietà, anch’esso comprato usufruendo degli stessi benefici, a causa delle restrizioni imposte per fronteggiare l’epidemia da Covid-19, non perde il bonus fiscale.

Lo afferma l’Agenzia nella risposta 345 dell’11 settembre 2020; la nuova risposta fa seguito a quella n. 310 del 4 settembre 2020 con cui l’Agenzia delle Entrate aveva precisato che in caso di acquisto di un appartamento con fruizione dell’aliquota dell’imposta di registro agevolata, da adibire ad abitazione principale, la scadenza di un anno per l’alienazione dell’abitazione precedentemente posseduta è sospesa fino alla fine del 2020.

Le agevolazioni “prima casa”, infatti, sono tra quelle che godono della sospensione dei termini amministrativi e processuali, prevista dal decreto “Liquidità” (decreto-legge 8/4/2020 n. 23 convertito alla legge 5/6/2020, n. 40), in particolare, dall’articolo 24. Tale disposizione prevede che “)i termini previsti dalla nota II-bis all’articolo 1 della Tariffa parte prima, allegata al testo unico delle disposizioni concernenti l’imposta di registro, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n. 131, nonché il termine previsto dall’articolo 7 della legge 23 dicembre 1998, n. 448, ai fini del riconoscimento del credito d’imposta per il riacquisto della prima casa, sono sospesi nel periodo compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 31 dicembre 2020″.

La richiamata nota II-bis è la norma che disciplina i benefici in argomento e che stabilisce le condizioni per accedervi, tra le quali l’obbligo, in caso di un secondo acquisto agevolato, di alienare entro un anno il primo immobile comprato con le agevolazioni “prima casa”.

Tanto premesso, l’Agenzia osserva che, nel caso alla sua attenzione, l’appartamento è stato acquistato il 16 maggio 2019 e il termine per l’alienazione dell’immobile pre-posseduto dall’istante sarebbe scaduto il 16 maggio 2020, vale a dire in pieno lockdown. Ne consegue che il contribuente può fruire del periodo di sospensione dei termini previsto dall’articolo 24 del Dl n. 23/2020.

Pertanto, il termine per concludere la suddetta alienazione riprenderà a decorrere dal 1° gennaio 2021.

14 Settembre 2020 · Gennaro Andele

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Agevolazioni fiscali acquisto casa dopo separazione coniugale
Dopo essere stato socio assegnatario di alloggio di cooperativa a proprietà indivisa, a settembre 2019 abbiamo effettuato il rogito per l'assegnazione individuale (intestandola solo a me in regime di separazione dei beni) usufruendo dei benefici per le tasse e le imposte agevolate "prima casa". Dopo un anno mi separo consensualmente e la casa viene affidata all'ex moglie insieme ai nostri figli, di cui una minore. Posso acquistare un'altra casa usufruendo nuovamente delle agevolazioni "prima casa"? ...

Separazione e bonus fiscale prima casa » In caso di attribuzione all'ex coniuge dell'abitazione non si perde il beneficio
Nell'ambito di una separazione consensuale tra due coniugi, colui il quale cui ceda la proprietà della casa coniugale, comprata da meno di cinque anni con l'agevolazione prima casa, all'ex consorte, non perde il diritto alle agevolazioni fiscali ottenute precedentemente. Per comprendere bene quello che affermeremo in seguito, c'è da fare un piccolo passo indietro. Vale la pena ricordare, dunque, che la perdita delle agevolazioni prima casa avviene nei casi in cui il beneficiario: ha dichiarato il falso non ha la residenza nel comune della prima casa entro i 18 mesi previsti vende o dona l'immobile prima dei 5 anni dall'acquisto ...

Coronavirus e agevolazioni fiscali prima casa - Se non sei riuscito a vendere l'immobile il bonus non si perde
Il contribuente che ha acquistato un appartamento con le agevolazioni “prima casa” a maggio 2019, senza però riuscire a vendere entro l'anno l'altro immobile di sua proprietà, anch’esso comprato usufruendo degli stessi benefici, a causa delle restrizioni imposte per fronteggiare l'epidemia da Covid-19, non perde il bonus fiscale. Lo afferma l'Agenzia nella risposta 345 dell'11 settembre 2020; la nuova risposta fa seguito a quella n. 310 del 4 settembre 2020 con cui l'Agenzia delle Entrate aveva precisato che in caso di acquisto di un appartamento con fruizione dell'aliquota dell'imposta di registro agevolata, da adibire ad abitazione principale, la scadenza di ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Coronavirus e agevolazioni fiscali prima casa – Se non sei riuscito a vendere l’immobile il bonus non si perde