Agenzia Entrate Riscossione – Pignoramento del conto corrente e presso l’azienda per la quale lavoro con partita IVA


Ho ricevuto notifica di Agenzia Entrate Riscossione: se non pago entro 5 giorni avviano esecuzione forzata ed io lavoro con partita Iva per un’azienda

Possono pignorare il conto corrente e risalire al mio datore di lavoro anche se non sono dipendente? Non possiedo nulla. Possono non farmi lavorare più?

Consultando l’anagrafe tributaria, Agenzia delle Entrate Riscossione individuerà il suo conto corrente ed il suo datore di lavoro: quindi pignorerà dapprima il conto corrente e se non ci sarà disponibilità sufficiente a saldare il debito, pignorerà i crediti di lavoro presso l’azienda.

28 Maggio 2019 · Ludmilla Karadzic



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Agenzia Entrate Riscossione – Pignoramento del conto corrente e presso l’azienda per la quale lavoro con partita IVA