Vivo in Messico - Cosa mi potrebbe succedere se non pagassi due cartelle esattoriali originate da multe prese in Italia e notificatemi in seguito all'iscrizione all'AIRE?

Vivo in Messico da 10 anni: ho lasciato l'Italia con un debito per multe che ha raggiunto la cifra di 16 mila euro e ho dovuto iscrivermi all'AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero) per rinnovare il mio passaporto. Qui sono residente, ho casa a nome mio, auto e conto in banca, tutto a nome mio.

Pochi giorni fa mi sono arrivate due cartelle per poco più di mille euro chiedendomi il pagamento di due multe del 2002 e 2003: cosa rischio a non pagare visto che in Italia non ho niente? Devo cambiare l'intestazione del mio unico immobile e il conto?

Se fosse rimasto in Italia, non adempiendo al pagamento delle cartelle esattoriali notificate, lei rischierebbe sicuramente il pignoramento del conto corrente o il pignoramento presso terzi (presso il datore di lavoro in caso di prestazione da lavoratore dipendente, presso i committenti qualora lei esercitasse attività professionale).

Vivendo in Messico, dovrebbe trovarsi, praticamente, in una situazione di relativa immunità dalle azioni di riscossione coattiva messe in atto da Agenzia Entrate Riscossione.

2 luglio 2018 · Paolo Rastelli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

casa - pignoramento espropriazione e vendita all'asta
pignoramento conto corrente e libretto di deposito

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Cartelle esattoriali originate da multe » Si al ricorso per sollecito di pagamento
Chiunque riceva solleciti di pagamento per cartelle esattoriali originate da multe per il codice della strada non pagate può ancora presentare ricorso presso il giudice di pace e sperare nell'annullamento dell'intero debito maturato verso la pubblica amministrazione. Il ricorso, infatti, può essere proposto non solo nei confronti della cartella di ...
Cartelle esattoriali originate da multe » Decadenza dopo due anni
Le cartelle esattoriali originate da multe devono essere consegnate al concessionario della riscossione e notificate al trasgressore entro due anni dall'esecutività del ruolo. In caso contrario, sono nulle. Con sentenza del 30 ottobre 2013, infatti, il Giudice di pace di lecce ha annullato una cartella di Equitalia poiché emessa in ...
Cartelle esattoriali originate da multe » Il debito non si eredita
Cartelle esattoriali originate da multe: l'agente della riscossione non può richiedere il pagamento del debito di una persona deceduta ai suoi eredi. Molto spesso, alla morte di un parente caro, gli eredi, presi dalle numerose scartoffie che una successione comporta, e spesso distratti dal dolore per la perdita, non facciano ...
Rottamazione condono o definizione agevolata delle cartelle esattoriali originate da multe
Anche le cartelle esattoriali originate dal mancato pagamento delle sanzioni amministrative per violazioni al Codice della strada (multe) di competenza comunale (rilevate, cioè, dalla Polizia municipale) oltre, naturalmente, a quelle accertate da Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanzia, potranno essere oggetto di rottamazione, condono o definizione agevolata che ...
Cartelle esattoriali » A partire dal primo luglio 2017 cambiano busta e mittente
Per quanto riguarda le cartelle esattoriali, a partire dal 1 luglio 2017, con la chiusura di Equitalia, non recheranno più i colori il logo e il nome dell'agente di riscossione: cambieranno dunque, busta e mittente delle cartelle. A partire dal 1 luglio 2017, cambierà il mittente delle raccomandate che conterranno ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca