Affitti non pagati e recupero crediti

Salve, spero possiate darmi un consiglio: sono rimasta indietro con gli affitti di casa, ma pronta a rientrare nel giro di poco, con (credevo) accordo fatto telefonicamente con il proprietario dei muri. Dopo due giorni arriva in negozio uno che dice di essere un inviato del tribunale (davanti a testimone seduto li a mangiare) e dice che è li per un piano di rientro per lo scoperto degli affitti. Ovviamente rimango malissimo perchè credevo di essere d'accordo già con chi di dovere. Il giorno dopo ricevo la visita, sempre in negozio della moglie del proprietario che dice di non sapere niente del recupero crediti, scaricando il barile alla commercialista... Mentre parlavamo, la signora ha detto che hanno chiesto informazioni al proprietario dei muri del negozio (loro cugino) chiedendo se siamo puntuali nel pagamento dell affitto (lo siamo), dicendo che con lui siamo indietro di diversi mesi. Da parte della commercialista c'è stata violazione della privacy per aver divulgato all'agenzia recupero i ns dati? La stessa cosa potrebbe valere per il proprietario e la moglie che hanno divulgato al cugino che gli dobbiamo dei soldi, creandoci anche un danno di immagine? (il proprietario del negozio quando è venuto a ritirare l'affitto, ha subito fatto presente di essere al corrente di questa situazione). grazie

Evidentemente, quando è rimasta indietro con il canone di affitto, il proprietario ha incaricato il commercialista di attivare una società di recupero crediti trasmettendo, necessariamente, i suoi dati.

Le amnesie successive sono frutto di atteggiamenti di circostanza. Del resto, l'accordo sul piano di rientro è avvenuto solo verbalmente via telefono e dunque manca la documentazione probante che l'agenzia di recupero crediti sia stata attivata quando lei non poteva più essere considerata debitrice insolvente.

3 aprile 2014 · Marzia Ciunfrini

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Esattore nel recupero crediti - un lavoro come un altro
Non lavoro ormai da anni, è difficile per me tirare avanti e, a parte un possibile part time a tempo indeterminato in un negozio (del quale sarei comunque sicuro) ho appena ricevuto da un mio parente l'invito ad unirmi a lui per fare recupero crediti per un paio di agenzie ...
Affitti in nero » La Corte Costituzionale dice no agli sconti per chi denuncia
Dalla Corte Costituzionale uno stop inaspettato: gli inquilini che denunciano la mancata registrazione degli affitti non avranno sconti sul pagamento del canone. Grande vittoria per i locatori: d'ora in poi, il conduttore non potrà più dichiarare il contratto in nero andando a registrarlo ed evitando così lo sfratto ed ottenendo ...
Recupero crediti » Come difendersi dagli abusi e dalle scorrettezze?
Stanno aumentando, nel nostro Paese, sempre di più le denunce contro le agenzie di recupero crediti che praticano lo stalking creditizio: ovvero abusi e scorrettezze verso il debitore per il recupero delle somme insolute. In questo articolo, vi spieghiamo come difendersi. Siamo, da un bel pò , purtroppo, in tempo di ...
Quando il recupero crediti asserisce che non serve esibire un estratto conto cronologico del debito
Avevo scritto pochi giorni per una questione di un finanziamento che ho fatto 3 anni fa con la Santander di 10.000 euro purtroppo da piu di un anno e mezzo che ho perso il mio lavoro tempo indeterminato m sono trovata in difficolta per pagarlo . Adesso la banca inizialmente ...
La PITTIMA - una professione sempre attuale nel recupero crediti
Sono passati dieci anni da quando ho avviato la mia prima attività e, se siete in affari da tempo, so che avete sperimentato anche voi la spiacevole situazione di dover fare solleciti, moratorie ed ingiunzioni di pagamento. L'aspetto più odioso è vedere, tra mille disperati, persone senza scrupoli che, pur ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca