Acquisto prima casa dopo sentenza di condanna


Dopo una sentenza di condanna a seguito di risarcimento danno per incidente stradale, ho preferito fare con mia moglie la separazione dei beni.

Mi chiedevo acquistando solo mia moglie la prima casa con mutuo intestato sempre a lei (io figurerei solo come garante). Un domani non essendo trascorsi gli effettivi 5 anni dalla registrazione della separazione dei beni, i miei creditori potrebbero impugnare la causa per far valere la condanna, attenendosi alla revocatoria o simulazione di separazione?

Anche se mutuo e casa sarebbero intestati solo a mia moglie?

L’acquisto di un immobile effettuato da uno dei coniugi in regime di separazione dei beni, finalizzato a soddisfare le esigenze familiari (qual è una casa in cui i coniugi vanno a convivere) configura già di per sé una situazione a rischio, soprattutto se l’altro coniuge risulta debitore di terzi.

Il coniuge non debitore dovrebbe dimostrare che le risorse finanziarie necessarie all’acquisto sono state costituite durante il regime di separazione dei beni oppure risultano frutto di una donazione effettuata all’epoca in cui vigeva la comunione dei beni.

27 Giugno 2016 · Piero Ciottoli



Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Acquisto prima casa dopo sentenza di condanna