Acquisto immobile e detraibilità del mutuo prima casa

I miei genitori sono in comunione legale di beni: entrambi pensionati, mia madre ha un reddito annuo da pensione inferiore a 8 e 200 euro. Ora stanno acquistando un immobile e sottoscriveranno un mutuo che verrà intestato a loro ed al sottoscritto.

Per me si tratta di seconda casa, per cui la parte di mutuo intestata a me verrà assoggettata, se non sbaglio, ad imposta del 2% ed non avrò la detraibilità degli interessi.

La mia domanda è : possono entrambi detrarre gli interessi fino ad un massimo di eur 4.000? E per quanto riguarda le spese inerenti la compravendita tramite agenzia e gli onorari del notaio?

Se mia madre non potesse detrarre, può detrarre la sua parte direttamente mio padre?

Lei, non avendo quote di proprietà dell'immobile per il cui acquisto è stato stipulato il mutuo, non ha diritto alla detrazione degli interessi.

I contraenti, comproprietari dell'immobile, potranno detrarre gli interessi per la quota proporzionale alla titolarità del contratto di mutuo. Ad e sempio se il mutuo è contestato a padre, madre (comproprietari dell'immobile) e figlio in parti uguali, i genitori potranno detrarre al massimo il 66,66% di 4 mila euro.

Solo per il coniuge fiscalmente a carico, il coniuge che sostiene interamente la spesa può fruire della detrazione per entrambe le quote di interessi passivi.

E' considerato fiscalmente a carico il coniuge che nell'anno di imposta abbia percepito un reddito complessivo uguale o inferiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili.

Possono essere detratti, sempre nel limite massimo di 4000 euro e sempre proporzionalmente alla quota di mutuo sottoscritta da ciascun contraente e comproprietario, i costi sostenuti per gli oneri accessori relativi alla stipula del contratto.

Tra questi costi sono compresi gli oneri fiscali (compresa l'imposta per l'iscrizione o la cancellazione di ipoteca e l'imposta sostitutiva sul capitale prestato), le spese di istruttoria, notarili e di perizia tecnica, la penalità per anticipata estinzione del mutuo, ecc.

Le spese notarili includono sia l'onorario del notaio per la stipula del contratto di mutuo (con esclusione di quelle sostenute per il contratto di compravendita) sia le spese sostenute dal notaio per conto del cliente come, ad esempio, l'iscrizione e la cancellazione dell'ipoteca.

13 febbraio 2015 · Giorgio Valli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

mutuo - detrazione fiscale degli interessi passivi

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Cosa è il piano di ammortamento di un mutuo
Il piano d'ammortamento del mutuo ci dice quanto pagheremo. Quando si parla di ammortamento si intende un'estinzione graduale del debito, mentre il piano non è altro che il progetto che stabilisce con quali criteri verrà estinto. Una volta fissati i limiti di tempo per estinguere il debito ed il tipo ...
Mutuo a Stato Avanzamento Lavori (mutuo SAL)
Quando il mutuo è destinato alla costruzione o a grandi ristrutturazioni ci si troverà quasi sempre a richiedere un importo più alto del valore immobiliare prima dei lavori. Le banche prevedono questa opportunità, ma affinché l'immobile rappresenti stabilmente una garanzia adeguata alla concessione, nel limite usuale dell'80%, dispongono che l'erogazione ...
Mutuo prima casa » Abbasso la rata: scopriamo l'iniziativa
Le giovani coppie hanno spesso difficoltà a comprare casa e/o ad avere un mutuo acquisto, così che il sogno di diventare proprietari della propria abitazione principale sia molto arduo da realizzare. Regione Lombardia, in collaborazione con ABI Lombardia (protocollo d'intesa sottoscritto il 3 luglio 2012) e Finlombarda S.p.A., mette a ...
Mutuo a tasso variabile con tetto massimo (CAP)
Il mutuo a tasso variabile con tetto massimo è un contratto di prestito. Il mutuo a tasso variabile con tetto massimo consiste nel trasferimento di una somma di denaro da un soggetto “mutuante” ad un soggetto “mutuatario” che si impegna a restituirlo secondo modalità concordate, dettagliatamente definite nel contratto sottoscritto ...
ISEE: l'immobile ora pesa di più » Ecco perché avere una casa di proprietà può essere un handicap
Isee: chi ha casa di proprietà sarà considerato benestante La prossima volta che presenterete il modello Isee per poter usufruire di qualche detrazione, potreste risultare, per lo stato, molto più ricchi, anche senza aver guadagnato un solo euro in più. È l'effetto del restyling dell'Isee che, come accennato in altri ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca