Acquisto casa con usufrutto - Quanto vale la nuda proprietà?

Domanda di Ambrogio
9 ottobre 2017 at 15:52

Ho individuato un appartamento bellissimo in Centro a Milano e sono in procinto di concludere un ottimo affare: sull'immobile grava un usufrutto vitalizio (ci abita la nonna settantasettenne del proprietario). La casa è stata valutata da un'agenzia immobiliare 370.000 euro e mi è stato proposto l'acquisto della nuda proprietà per 280.000 euro. So bene che per acquistare l'intera proprietà dovrò attendere la morte dell'usufruttuario. Ma la mia domanda è un'altra. So che c'è un calcolo preciso per individuare quanto mi spetta pagare per la nuda proprietà? Vorrei sapere come avviene questo calcolo e se sto per essere fregato o meno.

Risposta di Andrea Ricciardi
9 ottobre 2017 at 16:36

Esistono dei calcoli precisi per la quantificazione sia del valore della nuda proprietà sia di quello dell'usufrutto.

I valori sono in continuo aggiornamento, e variano di anno in anno anche in base ai coefficienti del tasso di interesse legale stabilito annualmente dal Ministero dell'Economia e della Finanza (ad oggi è pari al 0,1%).

C'è poi anche da tenere conto ai coefficienti di moltiplicazione in base all'età dell'usufruttuario.

Dunque, venendo al suo caso, si calcola una rendita annuale moltiplicando il valore dell'immobile pieno per il saggio legale.

Il risultato (370.000 * 0,001) è di 370.

A questo risultato va di nuovo effettuata una moltiplicazione per un altro coefficiente, che è quello dell'età dell'usufruttuario e che in questo caso (77 anni) è di 300.

Abbiamo così il valore dell'usufrutto, che ammonta a 111.000 euro.

Prendendo il valore reale dell'immobile pieno e sottraendo quello dell'usufrutto abbiamo il valore della nuda proprietà.

Dunque, il valore della nuda proprietà è di 259.000 euro (370.000 - 111.000).

I 280.000 richiesti dal proprietario, dunque, sono vicini alla cifra reale ma non rappresentano il valore reale.

Può, attraverso un legale o utilizzando molteplici strumenti di calcolo presenti sul web, tirare ancora sul prezzo.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del forum iscriviti al feed RSS delle discussioni del forum

Altre discussioni simili nel forum - cliccare sul link dell'argomento di interesse

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Usufrutto e pignoramento
L'usufrutto è un diritto, quantificabile in valore e come tale pignorabile in caso di insolvenza debitoria. Il calcolo avviene sulla base del valore catastale dell'immobile e su tabelle attuariali. Se parliamo di usufrutto vitalizio, il suo valore si calcola applicando un determinato coefficiente (relativo all'età dell'usufruttuario) - che tiene anche [ ... leggi tutto » ]
Pignoramento nuda proprietà e usufrutto - quando il debitore è nudo proprietario e quando il debitore è usufruttuario
Nel caso di pignoramento del diritto di proprietà ove risulti che il debitore è nudo proprietario si procede ugualmente alla vendita forzata del diritto di proprietà, il quale risulterà gravato del diritto reale di godimento. Oggetto della vendita forzata è, cioè, il medesimo diritto pignorato, con la particolarità che il [ ... leggi tutto » ]
Alternative al mutuo » L'ipotesi della nuda proprietà
Con la morsa della crisi che stringe sempre di più le famiglie del nostro, ridente, Paese, ottenere un mutuo è sempre più un ostacolo invalicabile. Inoltre, il mercato immobiliare non gode di stabilità. E' ora, quindi, di scoprire ed utilizzare valide alternative al mutuo prima casa: oggi parliamo della nuda [ ... leggi tutto » ]
Agevolazioni prima casa » coniuge in regime di comunione - titolari di nuda proprietà ed altro
Coniuge in regime di comunione legale Nel caso in cui due coniugi, in regime di comunione legale, acquistino un appartamento da adibire ad abitazione principale, ma solo uno dei due possiede i requisiti soggettivi per fruire dell'agevolazione prima casa - in quanto, per esempio, l'altro ha già fruito dell'agevolazione in [ ... leggi tutto » ]
Usufrutto in un condominio
L'usufrutto è un diritto che consiste nel poter godere di un bene, e dei relativi redditi, di proprietà altrui, ma con una limitazione, importante e fondamentale: il divieto di alterare la destinazione economica della cosa stessa. Al proprietario del bene resta la nuda proprietà. Limiti di durata L'usufrutto deve essere [ ... leggi tutto » ]

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti