Acquisti sicuri sul web? - Ecco il vademecum della Polizia di Stato

Essendo uno shopper della vecchia scuola, ancora oggi, non mi fido per niente ad acquistare tramite il web: la mia paura è sempre quella che la merce non arrivi, o di essere svuotato del conto.

Devo dire che, però, sulla rete girano delle offerte davvero vantaggiose.

Dunque, se volessi cominciare ad acquistare via internet, quali precauzioni dovrei seguire?

A fronte del dilagare delle truffe online, la polizia di stato ha diramato un vademecum con dei consigli per fare acquisti sicuri.

L'invito delle forze dell'ordine è quello di non sottovalutare i rischi delle transazioni online, che per quanto comode e rapide, nascondono numerose insidie.

Il primo passo per acquistare in sicurezza è avere sempre un buon antivirus e un browser aggiornati all'ultima versione.

Le occasioni troppo golose vanno sempre verificate anche su altri siti, dando la preferenza a negozi online di grandi catene già note perché oltre ad offrire sicurezza in termini di pagamento sono affidabili anche per quanto riguarda l'assistenza e la garanzia.

In caso di siti poco conosciuti si può controllare la presenza di certificati di sicurezza quali Trust e Verified / VeriSign Trusted che permettono di validare l'affidabilità del sito web.

Prima di completare l'acquisto verificare che il sito sia fornito di riferimenti quali un numero di partita iva, un numero di telefono fisso, un indirizzo fisico e ulteriori dati per contattare l'azienda.
I dati fiscali sono facilmente verificabili sul sito istituzionale dell'Agenzia delle entrate.

Prima di passare all'acquisto del prodotto è buona norma leggere i feedback pubblicati dagli altri utenti e le informazioni sull'attendibilità del sito attraverso i motori di ricerca, sui forum o sui social.

Se si sceglie di acquistare da grandi negozi online, il consiglio è quello di utilizzare le app ufficiali dei relativi negozi per completare l'acquisto.

Questo semplice accorgimento permette di evitare i rischi di passare o essere indirizzati su siti truffaldini o siti clone che potrebbero catturare i dati finanziari e personali inseriti per completare l'acquisto.

Per completare una transazione sono indispensabili pochi dati come numero di carta, data di scadenza della carta e indirizzo per la spedizione.

Se un venditore chiede ulteriori dati probabilmente vuole assumere informazioni personali (numero del conto, pin o password) che, in quanto tali, dovete custodire gelosamente e non divulgare.

Al momento di concludere l'acquisto, la presenza del lucchetto chiuso in fondo alla pagina o di https nella barra degli indirizzi sono ulteriori conferme sulla riservatezza dei dati inseriti nel sito e della presenza di un protocollo di tutela dell'utente, ovvero i dati sono criptati e non condivisi.

Attenti a phishing e/o smishing, ovvero cadere nella rete di quei truffatori che attraverso mail, sms e avvisi contraffatti, richiedono di cliccare su un link per raggiungere una pagina web trappola e sfruttando meccanismi psicologici come l'urgenza o l'ottenimento di un vantaggio personale, riusciranno a rubare informazioni personali.

L'indirizzo internet a cui tali link rimandano differisce sempre, anche se di poco, da quello originale.

Oltre che controllare i dettagli della transazione e le modalità di consegna, è importante scegliere sempre una spedizione tracciabile ed assicurata.

Il costo potrebbe essere di poco superiore ma permette di sapere in modo certo e tempestivo dove si trova l'oggetto acquistato fino alla sua consegna.

8 giugno 2018 · Giovanni Napoletano

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

tutela consumatore - truffe

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Acquisti sul web con carta di credito? » Ecco come tutelarsi
Acquistare sul web con la propria carta di credito: una pratica sempre più usata dai consumatori italiani. Ma quando si usa la carta di credito su internet bisogna sempre fare molta attenzione al fine di evitare spiacevoli truffe e frodi informatiche. Vi proponiamo, allora, una serie di suggerimenti da seguire ...
Acquisti all'interno dell'Ue » Pratiche sleali e diritti del consumatore
Quando si fanno acquisti all'interno dell'Unione Europea (UE), sia online, per telefono o mediante un catalogo, si è protetti da una serie di diritti in quanto consumatori. Scopriamo quali nel proseguio dell'articolo. Acquisti all'interno dellUE: consigli per i consumatori Quando pubblicizzano, vendono o forniscono prodotti, le imprese sono tenute a ...
Truffe online: qualche consiglio su come tutelarsi » Un breve ed utile vademecum per i web shoppers
A chi non è mai capitato di incappare in una truffa online: dal phishing ai prodotti mai consegnati, ecco un'utile guida che spiega come difendersi. Molte luci, relative soprattutto all'aumento sensibile del fatturato complessivo e di quello generato da dispositivi mobili, ma ancora qualche ombra, costituita da una porzione di ...
Polizza assicurativa economica ed online - Quali sono pro e contro?
Sto per acquistare una nuova auto, ma abito a Roma e si sa, il costo della polizza assicurativa per l'RC auto è sempre molto elevato nella capitale. Spulciando sul web, ho trovato un sacco di offerte vantaggiose, che mi sembrano veramente convenienti. Sono molto tentato di stipulare una polizza online, ...
Accesso ad internet - da giugno 2017 il cliente avrà diritto al rimborso se la velocità effettiva di navigazione risulterà inferiore a quella pubblicizzata dal provider
A partire dal giugno 2017, saranno vietate le tariffe roaming nell'Unione Europea (e nei Paesi dello Spazio economico Europeo - SEE) per le chiamate, per l'invio di messaggi di testo e per l'utilizzo di internet tramite dispositivi mobili. Intanto, a partire dal 30 aprile 2016, le maggiorazioni del roaming per ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca