Imposta e acconto IRPEF 2020 prima rata – La scadenza per il pagamento resta fissata al 30 giugno nonostante l’emergenza sanitaria da Coronavirus?

Sono un dipendente PA precario, ho sempre preferito il modello unico al 730 ed ora me ne pento: oggi consultando il modello Unico mi accorgo di essere in debito ed in più di dover versare un ACCONTO IRPEF 2020 in 2 rate. Ora considerando che il modello unico può essere inviato anche il 30 settembre quest’anno causa COVID, per quanto riguarda l’acconto IRPEF, vale sempre la scadenza 30 Giugno prima rata e 30 Novembre seconda?

Innanzitutto, chiariamo che la debenza ed i tempi di versamento delle imposte sul reddito non variano a seconda del modello di dichiarazione (730 o Persone Fisiche, noto anche come Unico): anche chi si servirà (o potrà servirsi) della dichiarazione dei redditi con modello 730 (sia essa precompilata o meno) dovrà versare l’imposta dovuta e la prima rata di acconto entro il 30 giugno 2020.

Tuttavia, il pagamento dell’imposta emersa dalla dichiarazione dei redditi e la prima rata di acconto potrà essere differito al periodo dal primo luglio al 30 luglio 2020: ma il contribuente dovrà applicare, sulle somme da versare, la maggiorazione dello 0,40 per cento a titolo di interesse corrispettivo.

16 Maggio 2020 · Giorgio Valli

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?