Accollo bollette elettriche morosi ad utenti in regola - E' tutto vero?

Ho letto sul giornale che è viva la possibilità che le bollette elettriche rimaste insolute in Italia saranno pagate, in parte, da noi utenti in regola.

Tutto ciò a causa di una sentenza di non so chi.

Ma quanto c'è di vero?

E se fosse vero, sarebbe una pratica legittima?

Purtroppo per noi, la notizia sembra più che fondata: con la delibera del 01 febbraio 2018, 50/2018/R/eel, infatti, l'Autorità dell'Energia (Arera) ha stabilito che saranno ripartiti fra tutti gli utenti del servizio elettrico gli oneri generali di sistema, una parte parafiscale della fattura elettrica, non pagati dai consumatori morosi.

In pratica, la delibera obbliga le società che offrono servizi energetici a riscuotere dai clienti in regola le bollette arretrate a partire dal 1 gennaio 2016 degli altri clienti, ancora non saldate.

L'Arera, che spiega di essere stata costretta a tale decisione da una sentenza del Consiglio di Stato (2182/2016), chiarisce che le bollette morose sarebbero oneri generali di sistema e, in quanto tali, a carico del cliente, non dell'impresa.

Ma cosa sono gli oneri di sistema?

Messa in sicurezza del nucleare, contributi per le tariffe elettriche alle ferrovie ma sopratutto per le energie rinnovabili.

Insomma un massacro di voci da retribuire.

Pertanto, non sarà la parte della bolletta costituita dai consumi, ma le spese fisse, ad essere spalmata sulle altre fatturazioni: lo stesso meccanismo era stato applicato per il canone Rai.

Dunque, in parole povere, circa 200 milioni di euro di bollette elettriche, non pagate dagli utenti morosi, finiranno con l'essere onorate da tutti gli altri italiani, quelli che, invece, le bollette le pagano.

Il buco, però, sembra essere molto più esteso e dunque, probabilmente, si tratta soltanto di un amarissimo assaggio.

20 febbraio 2018 · Patrizio Oliva


condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

fornitura energia elettrica
morosità fornitura gas e luce

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Condominio » Avviso utenti morosi affisso al portone condominiale? E' diffamazione
Importantissima sentenza della Suprema Corte in materia di condominio: apporre l'avviso degli utenti morosi nel portone condominiale implica il reato di diffamazione. La comunicazione contenente i nominativi dei condomini morosi, affissa al portone condominiale, nonostante la morosità degli stessi fosse effettiva, costituisce una condotta diffamante, non essendoci nessun interesse da ...
Il condominio e le morosità » Quando a farne le spese sono gli inquilini in regola
Morosità condominiale: a farne le spese sono sempre i condomini in regola con i pagamenti. Scopriamo perché. Come noto, la riforma del condominio ha cambiato completamente tutte le regole per il caso di condomini morosi, che non abbiano pagato le quote condominiali. In linea generale, con la nuova normativa è ...
Condominio e morosità » Come rispondono dei debiti gli inquilini in regola con i pagamenti
In materia di morosità condominiale, come rispondono dei debiti causati dai condomini morosi gli inquilini in regola con i pagamenti? Chiariamo questi aspetti nel prosieguo dell'articolo. Condominio: chi e in quale misura è tenuto a pagare le quote e le spese extra-condominiali nel caso in cui uno o più condomini ...
Condominio » Recupero crediti dai morosi
Condominio e morosi: a causa della crisi economica sta aumentando il numero di persone che non riesce a pagare le rate. Con la riforma del condominio, la famosa legge 220/2012, è stato introdotto il principio di solidarietà sussidiaria del debito del condominio, ma è stato anche previsto un meccanismo per ...
Cellulari e rinnovo del canone per Sim ricaricabili » Per le compagnie telefoniche un mese dura 28 giorni: un'altra beffa per gli utenti consumatori
Nuovo colpo gobbo delle compagnie telefoniche ai danni dei consumatori: d'ora in avanti il canone che va corrisposto per gli abbonamenti ricaricabili scatterà ogni 28 giorni anziché 30/31, comportando un aumento, ai danni degli utenti, dell'8% circa. Per voi quanto dura un mese? 28 o 30/31 giorni? Non importa, come ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca