Accettazione dell'eredità per ottenere il diritto alla reversibilità della pensione goduta dal defunto - Un errore madornale

Nel 2014 mio padre (morto nel dicembre 2017) ottiene una fideiussione da intesa San Paolo per una srl di cui era amministratore e Unico socio( presumo garantendo i suoi beni) di 40 mila euro, dopodiché ne ottiene un'altro dello stesso importo.

La societá nel frattempo é stata chiusa o é fallita. Non avendo rimborsato la banca di quanto dovuto, negli negli anni ha provato in saldo stralcio offrendo 20 mila euro non ricevendo mai risposte dall'ente. Da lí ad oggi mia Madre, Unica erede (io e Mia sorella abbiamo rinunciato) ha offerto 45 mila euro per chiudere la pratica ma nulla Sono andati Avanti Ed oggi si trova a dover pagare l'intera cifra (sentenza di due settimane fa, attualmente in attesa di sapere come vogliono questi soldi e offrendo nuovamente 45 mila euro).

Detto questo, mia madre ha ereditato metá della casa con box annesso accettando l'eredità su consiglio dell'avvocato per non perdere la reversibilitá, oggi scopro casualmente che questo non è possible, avendone lei diritto.

La domanda adesso è, con i pochi dati che ho in mano ora, potrebbe Mia Madre, a questo pinto della storia, puó ancora rinunciare all'ereditá e far decadere la sentenza (ok che vivendo in casa tacitamente accetta, l'ereditá, ma metá é casa sua, prima casa 10 anni) ed eventualmente nella peggiore delle ipotesi far andare metá casa all'asta? O eventualmente trattare con l'istituto per una soluzione che vada bene ad entrambi?

Perdonate i pochi dati ma davvero è tutto cio che so ora, giá domani ne sapró di piú.

Il diritto alla pensione di reversibilità - sorto in capo al coniuge superstite, in presenza ovviamente dei requisiti legislativamente previsti - è un diritto che spetta automaticamente per legge (iure proprio), e non è in connessione alcuna con la posizione riconosciuta al coniuge quale erede del defunto, con la conseguenza, pertanto, che la reversibilità della pensione spetta anche in presenza di rinuncia all'eredità.

L'accettazione dell'eredità è irrevocabile: se la eredità viene accettata, ad essa non si può più rinunciare (semel heres, semper heres).

L'unica cosa che potete fare è prendervela con chi ha consigliato sua madre ad accettare l'eredità per non perdere il diritto alla reversibilità della pensione fruita dal marito deceduto.

6 luglio 2019 · Lilla De Angelis

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Altre discussioni simili nel forum

eredità e successione
pensione reversibilità e indiretta

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca