Accesso Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD) causa Corona Virus


Cassa integrazione guadagni in deroga (CIGD), emergenza coronavirus o virus covid19

Il nostro datore di lavoro, titolare di una struttura alberghiera che ha sospeso l’attività dall’11/03 a causa di questo maledetto virus, ha richiesto l’accesso alla Cassa Integrazione che ci dovrebbe essere pagata direttamente dall’Inps in via eccezionale data la situazione di mancati incassi. Vorrei sapere a quanto ammonterà l’assegno e se, in caso di pagamento tardivo (per esempio a Maggio/Giugno) verranno versati anche gli arretrati.

I datori di lavoro che nell’anno 2020 sospendono o riducono l’attività lavorativa per eventi riconducibili all’emergenza epidemiologica da COVID-19, possono presentare domanda di concessione del trattamento ordinario di integrazione salariale o di accesso all’assegno ordinario con causale “emergenza COVID-19”, per periodi decorrenti dal 23 febbraio 2020 per una durata massima di nove settimane e comunque entro il mese di agosto 2020. E’ quanto prevede, fra l’altro, l’articolo 19 del decreto Cura Italia varato dal governo lo scorso 16 marzo 2020.

L’indennità di Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD) è pari all’80% della retribuzione.

18 Marzo 2020 · Tullio Solinas

Volevo però sapere, visti i tempi statali, se la cassa integrazione dovrebbe partire da Marzo e mettiamo il caso l’Inps inizi a pagarla da Maggio se i due mesi arretrati(Marzo e Aprile per esempio) verranno saldati.

La Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD) è prevista per una durata massima di nove settimane. In ogni caso è chiaro che, indipendentemente dal ritardo, ciascuno avrà diritto a quanto di propria spettanza.

Sotto questo aspetto, tuttavia, va aggiunto che i fondi stanziati sono insufficienti (stanziato un miliardo di euro a fronte di un fabbisogno stimato di 25 miliardi di euro) per cui è molto probabile che le domande verranno accolte in base alla priorità di presentazione. In pratica, si stabilirà il giorno e l’ora in cui sarà possibile presentare la domanda telematica all’INPS e verranno soddisfatte solo le istanze pervenute fino ad esaurimento fondi (anche in base agli stanziamenti deliberati da ciascuna Regione).

Ricordiamo, infatti, che la CIGD viene concessa dalla regione o provincia autonoma con determina, se la richiesta d’intervento proviene da unità produttive site in un’unica regione o provincia autonoma, oppure viene concessa dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, con apposito decreto interministeriale, se la richiesta proviene da aziende cosiddette plurilocalizzate, aventi cioè unità produttive dislocate sull’intero territorio nazionale.

In cifre, se le stime degli aspiranti alla CIGD sono esatte (e non c’è motivo di dubitarne) solo un lavoratore su 25 aventi diritto, accederà al beneficio.

18 Marzo 2020 · Michelozzo Marra

Altri post che potrebbero soddisfare le esigenze informative di chi è giunto fin qui


Se il post è stato interessante, condividilo con i tuoi account Facebook e Twitter

condividi su FB     condividi su Twitter

Questo post totalizza 253 voti - Il tuo giudizio è importante: puoi manifestare la tua valutazione per i contenuti del post, aggiungendo o sottraendo il tuo voto

 Aggiungi un voto al post se ti è sembrato utile  Sottrai  un voto al post se il post ti è sembrato inuutile

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it

Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!



Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni » Accesso Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD) causa Corona Virus. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.