Accertamento domicilio del debitore - come fa il creditore e gli conviene ?

Posto vi sia un debitore separato e residente in un diverso comune, che normalmente è però domiciliato nella ex casa coniugale ove risiedono i figli e posto anche che ovviamente non ha contratti di alcun tipo per le forniture di questo immobile, cosa deve fare concretamente il creditore per avvantaggiarsi di una simile situazione al fine di promuovere un pignoramento mobiliare proprio in quel luogo e non presso la residenza del debitore? Detta azione può ritenersi mediamente conveniente?

Se riguardo al luogo dove abitualmente vive il debitore, diverso dal luogo di residenza, non risulta sottoscritto un contratto, in essere, di locazione (o comodato) registrato e se non sono attive utenze, a suo nome, per la fornitura di gas, luce, acqua, connettività fonia/dati, servizi di smaltimento dei rifiuti solidi urbani, non si può assolutamente presumere che, in quel luogo, il debitore abbia un proprio domicilio.

Dunque, non può verificarsi un pignoramento del debitore presso quel luogo.

6 gennaio 2018 · Roberto Petrella

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

contratto di comodato in previsione di pignoramento presso residenza debitore

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Eredità di un immobile - Se il defunto lascia al debitore il diritto di abitazione il creditore non può esperire azione revocatoria della rinuncia alla riduzione della quota di legittima
Supponiamo che il debitore accetti il diritto di abitazione, a lui destinato nel testamento, e rinunci a promuovere nei confronti dei coeredi testamentari dello stesso immobile caduto in successione, ogni azione di riduzione per lesione della quota di legittima. In questo modo, il debitore preclude al creditore la possibilità di ...
Pignoramento presso la residenza del debitore – se il valore dei beni pignorati non copre il debito
Se i mobili non coprono l'intero debito il pignoramento mobiliare non va a buon fine? Il creditore, tramite decreto ingiuntivo e precetto, può chiedere all'ufficiale giudiziario di eseguire un pignoramento presso la residenza del debitore. Non rileva che il valore dei mobili non copra l'intero debito. Il ricavato del pignoramento ...
Azione revocatoria di atti del debitore - Intento fraudolento e preordinazione dolosa ai danni del creditore
Com'è noto, l'azione revocatoria è l'azione giudiziale con cui il creditore può domandare che siano dichiarati inefficaci, nei suoi confronti, gli atti di disposizione del patrimonio del debitore finalizzati a compromettere la futura riscossione coattiva del credito. Se l'azione revocatoria ha per oggetto atti posteriori al sorgere del credito, ad ...
Nonno dona immobile al nipote e il diritto di abitazione al figlio debitore - Così si evitano le azioni giudiziali esperibili dal creditore quando il nonno passerà a miglior vita
Cosa fare quando il debitore ha un genitore proprietario di un immobile in età ormai avanzata e la fortuna di aver generato un figlio (o una figlia, s'intende), ma è anche esposto per debiti ingenti? Se il padre muore senza lasciare testamento l'immobile viene ereditato dal debitore, il quale, naturalmente, ...
Il creditore non può pignorare i versamenti del debitore finalizzati a ridurre lo scoperto in conto corrente
In tema di pignoramento del conto corrente, il creditore può direttamente pignorare somme che siano nella diretta disponibilità del proprio debitore, ma non può pignorare i singoli versamenti effettuati dal debitore prima e dopo il pignoramento e finalizzati a ridurre lo scoperto di conto corrente. In pratica se il conto ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca