Abbonamenti streaming tv e musica senza sovrapprezzi in Europa - Addio al Geoblocking?

Viaggio spesso all'estero per lavoro e sono abbonato a numerose piattaforme per seguire le mie serie tv preferite e la musica: molto spesso quando ci provavo fuori dall'Italia dovevo pagare sovrapprezzi o alcune volte mancava l'accessibilità.

Ho sentito dire che tra poco sarà possibile usufruire gratuitamente di tutti gli abbonamenti streaming per quanto riguarda l'Europa.

E' vero?

E' vero, l'Unione Europa ha fatto un altro passo avanti contro il geoblocking, dopo aver abbattuto il muro del roaming per la telefonia mobile: dal prossimo 1 Aprile 2018 tutte le proprie serie TV e programmi TV preferiti in streaming potranno risultare accessibili ovunque, senza pagare costi aggiuntivi.

Aderiranno tutti i paesi dell'Unione Europea (tranne Norvegia, Serbia e Montenegro).

Dunque, se ci si troverà in viaggio si potrà continuare a visionare ogni singolo programma trasmesso dal servizio di streaming musicale o video.

Il Regolamento approvato, chiarisce, però, come il fornitore non sia responsabile qualora la qualità della prestazione del servizio sia inferiore a causa di una connessione ad internet limitata.

Oltretutto si fa menzione anche del fatto che non vi sarà interscambiabilità tra i vari servizi nazionali.

Questo significa che chi si recherà in Spagna, ad esempio, non potrà contare di usufruire delle offerte spagnole dei servizi di streaming ma manterrà appunto gli abbonamenti e tutto ciò che ne consegue del paese di residenza.

Una vera e propria rivoluzione voluta in nome del mercato unico, dell'abbattimento delle ultime frontiere, e tutela del consumatore.

Chiaramente vi è anche il bando ai furbetti e in questo caso il regolamento dichiara apertamente come si potrà usufruirne anche all'estero dei servizi di streaming, a patto che il dispositivo portatile non sia collegato troppo da un altro Paese membro dell'Ue.

Si dovrà dunque limitare il tempo di permanenza continua nel paese non di residenza.

30 marzo 2018 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

tutela consumatore - telefonia internet social e pay tv

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Tassa di concessione governativa sugli abbonamenti telefonici cellulari - Il punto
In base al quadro normativo delineato dal Codice delle comunicazioni elettroniche ed in tema di tassa di concessione governativa sugli abbonamenti telefonici cellulari, emerge che l'attività di fornitura di servizi di comunicazione elettronica resta comunque assoggettata ad un regime di autorizzazione da parte della Pubblica Amministrazione, con la particolarità che ...
Consumatori: diritti e doveri » La gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche
Diritti e doveri dei consumatori: Ci stiamo adeguando all'Europa sulla gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) adattandoci ad un'apposita direttiva emanata dall'Ue. La nuova normativa è simile a quella antecedente, con l'aggiunta di alcune piccole novità. Eccone i punti fondamentali. Gli apparecchi elettrici ed elettronici, come cellulari, ...
Roaming cellulari: addio nell'UE » Cosa cambia per le tariffe all'estero
Roaming addio: a partire dal 15 Giugno 2017 gli operatori telefonici non possono più addebitare costi aggiuntivi per le chiamate dai telefoni cellulari e per il traffico dati degli utenti in viaggio nei Paesi UE diversi dal loro. Dalla data del 15 giugno 2017 i costi extra del roaming, ovvero ...
Avviso di chiamata su occupato: per Tim e Vodafone da oggi 21 luglio 2014 non è più gratuito » Ecco come disattivarlo
Da oggi, 21 luglio 2014, le due compagnie telefoniche Tim e Vodafone pretenderanno il pagamento per ogni avviso di chiamata. Da oggi in poi, il servizio avviso di chiamata, il quale avvisa l'utente quando un numero, cui si è tentato di telefonare, da occupato torna libero, offerto sino ad oggi ...
Multa da Tutor » Ecco quando può essere annullata
Vi illustriamo quali sono, secondo i giudici onorari, i motivi per cui è possibile annullare una multa per eccesso di velocità , originata da una rilevazione del Tutor autostradale. Qualora l'apparecchio per la rivelazione della velocità tutor sia sprovvisto di una prova di taratura ed i un aggiornamento del sistema di ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca